fbpx

“Ho un tumore, come mi curo senza vitalizio?”, lo sfogo di Grillini

Print Friendly, PDF & Email

Franco Grillini (Fotogramma)

“Chi ha un cancro deve affrontare moltissime spese”. Lo scrive Franco Grillini, parlamentare dal 2001 al 2008 e storico attivista per i diritti dei gay, in un lungo post su Facebook in cui si sfoga contro i tagli dei vitalizi, tagli “molto dolorosi”, spiega, per chi come lui è malato di tumore. “So bene di essere impopolare con la polemica sui vitalizi e che è quasi impossibile ragionare con gli hater che si sono già scatenati”, premette Grillini, spiegando però di sentirsi colpito in “modo ingiusto e sproporzionato” dalla misura.

L’ex parlamentare ringrazia Pier Ferdinando Casini che ieri ha lanciato un appello per lui e riferisce di aver “chiesto, inutilmente, un incontro col presidente della Camera” per suggerirgli “una riforma meno brutale e che soprattutto tenesse conto delle situazioni personali di malattie gravi o croniche”. “Solo alla Camera – denuncia – ci sono 4-500 ex parlamentari a rischio indigenza dopo questo provvedimento”. Secondo Grillini è “ingiusto e crudele” prendere “provvedimenti retroattivi in modo indiscriminato” verso “persone anche di 80 e 90 anni o persone gravemente malate”. “Ora – annuncia – ci saranno una valanga di ricorsi compreso ovviamente il mio e – conclude – saremo di nuovo esposti al pubblico ludibrio”.

Sui social sono moltissimi i messaggi di solidarietà all’ex parlamentare tra chi gli manda un abbraccio e chi lo incoraggia. “Forza Franco”, si legge. E ancora: “Tieni botta”. Ma c’è anche chi, come Grillini si aspettava consapevole dell’impopolarità della polemica sui vitalizi, lo attacca: “2500 euro al mese e ancora ha il coraggio di lamentarsi? Vergogna!”, scrive un utente. “Benvenuto nel mondo reale!”, si legge in un tweet.

“Mi chiedo se una persona ce la fa con €1500 perché il signor Grillini non ce la fa con 2000 e passa euro, vorrei capire che tipo di assistenza vorrebbe”, si chiede un utente su Facebook. L’ex parlamentare replica così: “Con i tagli rimango con meno di 1200 euro, io vivo da solo e finora l’assistenza l’ho avuta da mia sorella di 67 anni perché non ho altri parenti e altra assistenza di notte che finora riuscivo a pagare, in ogni caso tranquillo – conclude -, se me la vado brutta farò come tanti altri che hanno chiuso con dignità la loro vita”.

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Segui via Email
Facebook
Facebook
Google+
http://www.corrierenazionale.net/2018/07/26/ho-un-tumore-come-mi-curo-senza-vitalizio-lo-sfogo-di-grillini
Twitter