Politica

900 gli emendamenti al Decreto Dignità di Di Maio (MinLavoro e MISE)

Sono più di 900 gli emendamenti al Decreto Dignità e tra questi ne abbiamo individuati due assolutamente non proibizionisti. Nel frattempo l’esame degli stessi è partita proprio questa mattina alla Camera (bisognerà capire quanti di questi non saranno rigettati nelle Commissioni di competenza).

Il neo deputato Raffaele Topo (PD), già consigliere regionale Campania per i Dem, chiede, attraverso la presentazione di un emendamento al Decreto Dignità, di esentare la pubblicità del gioco sul web, in modo da «canalizzare la domanda di gioco all’interno del circuito di offerta legale». Sempre il deputato Alessandro Pagano (Lega), eletto in Sicilia, chiede di non applicare il divieto di pubblicità alle concessioni in corso «qualora nell’oggetto dell’affidamento per la gestione del gioco sia prevista la realizzazione di attività pubblicitarie e promozionali».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE