fbpx

Bari – Altri arrivi nel ritiro romano che, di fatto, termina oggi

Print Friendly, PDF & Email

Ieri è terminata la “tre giorni” barese della famiglia De Laurentiis, visita che ha previsto molte trattative per dare delle basi solide al progetto Bari, ma che ha anche esposto i suoi progetti. Molti, infatti, gli imprenditori del tessuto economico-sociale barese che hanno avuto modo di conoscere Aurelio De Laurentiis, col suo stile burbero e a volte scontroso ma sempre pronto a guardare oltre per il suo obiettivo imprenditoriale perché, di fatto, lui, così come ha fatto a Napoli, “vede” nel progetto Bari non tanto i sentimenti di affetto quanto il “guadagno”, la riuscita dei suoi obiettivi imprenditoriali, insomma, un personaggio mai arrivato da queste parti e che, forse, ci voleva per progettare un cammino denso di soddisfazioni senza tanti piagnistei presidenziali. Ha, inoltre, incontrato eventuali sponsor, fornitori, insomma tutti quei soggetti che potenzialmente potrebbero far comodo al rilancio del progetto. E in questi incontri – stando a diverse indiscrezioni – pare abbia perso più volte il self control arrabbiandosi con quasi tutti quelli che ha avuto sotto tiro, probabilmente non tanto per convergenze ma perché il suo carattere è proprio così, in quanto la sua organizzazione del lavoro non conosce cali di concentrazione che dimostra quanto ci tenga, De Laurentiis, al progetto Bari. Insomma, un personaggio tutto particolare.

La famiglia romana ha anche ricevuto una delegazione di tifosi baresi i quali hanno garantito l’appoggio incondizionato alla squadra con la promessa comune di lavorare con serietà e con legalità senza – si spera – il solito giro di biglietti omaggio.

La fornitura tecnica provvederà a garantire le magliette bianche, rosse e nere, mentre la fornitura grafica sfornerà il nuovo logo ed, infine, c’è la volontà di stringere un accordo televisivo con Dazn: questi i maggiori obiettivi che De Laurentiis ha perfezionato ieri. Quest’ultimo accordo dovrebbe garantire la trasmissione video di tutte le gare del Bari, sia in casa che in trasferta che potrà levare le castagne dal fuoco dei tifosi baresi che risparmierebbero le inenarrabili fatiche di trasferte ai limiti dell’impossibile anche se, in tutta onestà, immaginiamo che comunque qualche mini carovana verso la più remota Sicilia o verso le cime dell’Aspromonte calabrese, ma anche verso i ridenti paeselli arrampicati sui monti lucani, verranno organizzate comunque.

Nel frattempo il mercato prosegue. Detto di Brienza, ieri (martedì sarà a Bari con tutta la squadra), la cui intesa prevede un contratto annuale con opzione per un secondo anno, ed un eventuale posto da dirigente in società, è sempre vivido il corteggiamento verso Di Cesare il quale deve, però, fare i conti col suo ingaggio che verrebbe drasticamente ridotto. Vicinissimi due ragazzi: l’esterno Samuele Neglia, 27enne proveniente dal Siena, ed il centravanti Demiro Pozzebon che ha rescisso il contratto col Catania anche se ha giocato l’ultimo anno a Trieste. Confermati gli ingaggi di Enrico Pivanello, classe 2000 in arrivo in prestito dal Padova, un giocatore che può giocare sia da mezzala che in attacco.

Per ciò che concerne, invece, gli “under”, sono in arrivo dal Gozzano Mattia Gioria, un centrocampista, ed Alessandro Mutti, un esterno, mentre Acunzo con ogni probabilità lascerà il ritiro. Dovrebbero essere contrattualizzati il portiere napoletano Davide Marfella ed il terzino Luigi D’Iganzio. La squadra, insomma, pian piano sta prendendo corpo anche se ancora incompleta di “under” e di giocatori “over”.

Oggi ultimo giorno di lavoro al Park Hotel Mancini di Roma, dopo di che Cornacchini concederà due giorni di riposo ai giocatori che lunedì sera torneranno a Bari così da proseguire gli allenamenti martedì mattina all’antistadio in quanto il terreno del San Nicola è ancora convalescente.

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Segui via Email
Facebook
Facebook
Google+
http://www.corrierenazionale.net/2018/09/01/bari-altri-arrivi-nel-ritiro-romano-che-di-fatto-termina-oggi
Twitter