fbpx

Il Viminale accelera su censimento e sgomberi di immobili

Print Friendly, PDF & Email

Da mercoledi’ taser in 12 citta’, da Milano a Catania

Censimento degli occupanti abusivi di immobili con massima rapidita’ e individuazione di minori o soggetti ‘fragili’, per i quali in caso di necessita’ i servizi sociali dei Comuni attiveranno specifici interventi “non negoziabili”. Lo prevede la nuova circolare del Ministero dell’Interno, in tema di occupazione di immobili. Intanto dal 5 settembre in 12 citta’ italiane, da Milano fino a Catania, iniziera’ la sperimentazione del taser, la pistola elettrica non letale ‘che aiutera’ migliaia di agenti a fare meglio il loro lavoro’, dice Salvini.

Controlli delle condizioni sociali ed economiche degli occupanti abusivi di immobili, anche attraverso “ogni possibile censimento degli occupanti, che deve essere condotto, nelle forme ritenute più adeguate”. E’ quanto si legge nella circolare mandata ai prefetti italiani dal Viminale, che indica gli indirizzi da attuare, relativamente alla ‘occupazione arbitraria di immobili’. “Il censimento – spiega il Viminale – dovrà essere finalizzato alla possibile identificazione degli occupanti e della composizione dei nuclei familiari, con particolare riguardo alla presenza all’interno degli stessi di minori o altre persone in condizioni di fragilità, oltre alla verifica della situazione reddituale e della condizione di regolarità di accesso e permanenza sul territorio nazionale”. Per il ministero “non possono essere sottovalutate le difficoltà che gli operatori sociali potranno incontrare nell’esecuzione dei suddetti accertamenti. Pur tuttavia tali operazioni devono essere condotte con la massima rapidità, sfruttando, ove possibile, le risultanze dei registri di anagrafe, o anche dei dati in possesso di altre pubbliche amministrazioni, nonché degli stessi Servizi sociali per quegli occupanti che già beneficiano di eventuali prestazioni assistenziali” ma “in ogni caso, potrà essere verificata la situazione reddituale dei diretti interessati e della loro rete parentale”.

Per il Viminale “soltanto qualora all’esito dei suddetti accertamenti si abbia fondato motivo di ritenere che i soggetti in situazione di fragilità interessati dall’esecuzione dello sgombero sarebbero privi della possibilità di soddisfare, autonomamente o attraverso il sostegno dei loro parenti, le prioritarie esigenze conseguenti alla loro condizione, i Servizi sociali dei Comuni dovranno attivare gli specifici interventi”, che – sottolinea il ministero dell’Interno – qualora “siano ritenuti sufficienti ed adeguati dai competenti uffici comunali, sulla base di una ponderata valutazione, avuto riguardo anche alle possibilità in concreto dell’Ente, non potranno essere considerati negoziabili”. “Per tutti gli altri occupanti che non si trovano in situazioni di fragilità, invece, potrà essere ritenuta sufficiente l’assunzione di forme più generali di assistenza, da rendersi nell’immediatezza dell’ evento. Ad esempio, potranno essere individuate strutture provvisorie di accoglienza ove poter collocare gli occupanti per il tempo strettamente necessario all’individuazione da parte loro di soluzioni alloggiative alternative”, aggiungono nelle direttive ai prefetti dal ministero guidato da Matteo Salvini.

“Dal 5 settembre in 12 citta’ italiane, da Milano fino a Catania, iniziera’ la sperimentazione del taser, la pistola elettrica non letale che aiutera’ migliaia di agenti a fare meglio il loro lavoro”. Lo scrive il ministro dell’Interno, Matteo Salvini, su Twitter. “Per troppo tempo le nostre Forze dell’Ordine sono state abbandonate, e’ nostro dovere garantire loro i migliori strumenti per poter difendere in modo adeguato il popolo italiano. Orgoglioso del lavoro quotidiano delle forze di Polizia e Carabinieri!”, conclude Salvini. 

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Segui via Email
Facebook
Facebook
Google+
http://www.corrierenazionale.net/2018/09/02/il-viminale-accelera-su-censimento-e-sgomberi-di-immobili
Twitter