fbpx

Pareggio al 90’. Ancora rimonta-beffa per il Lecce

Print Friendly, PDF & Email

I giallorossi tornano al “Via del mare” in serie B dopo 8 anni. Contestazione di parte della tifoseria per Chiricò e società.

LECCE – Dopo il pareggio di Benevento, il Lecce si fa recuperare ancora nei minuti finali. Finisce 2-2 la sfida contro la Salernitana. I salentini padroni di casa vanno in vantaggio due volte, al 4′ con una splendida rovesciata di Mancosu e all’80’ con una punizione di Falco. Si lasciano, però, rimontare due volte dalle reti di Bocalon (72′) e Castiglia (90′).

Si gioca regolarmente alle ore 21, dopo le preoccupazioni per le condizioni del terreno di gioco del “Via del Mare”, completamente rizollato nel giorni scorsi. Il nuovo manto erboso si presenta in discrete condizioni, anche se in alcune zone l’erba ha attecchito poco.

Liverani conferma la formaziona che ha dominato per 70 minuti a Benevento, con Vigorito in porta, linea difensiva formata da Fiamozzi, Meccariello, Lucioni, Calderona, a centrocampo Petriccione, Arrigoni, Mancosu, con Falco dietro le due punte Pettinari e Lamantia.

Lecce subito in vantaggio: al 4’ Mancosu aggancia in rovesciata il corner di Falco e supera Micai con una leggera deviazione di Vitale. Acrobazia super della mezz’ala sarda, reinventata trequartista in questo felice avvio di stagione. Il gol lampo del Lecce rovina i piani del tecnico campano Colantuomo, che aveva impostato la gara su difesa e ripartenze veloci. I padroni di casa controllano la gara e spingono sulle corsie esterne, potendo contare sulle accelerazioni di Mancosu e Falco, migliori in campo. La Salernitana è più compassata e per questo prevedibile, sebbene Akpa Akpro in mezzo al campo si dia un gran da fare per alzare i ritmi. Il primo tempo non offre tantissime emozioni; solo negli ultimi 10 minuti gli ospiti si presentano pericolosamente dalle parti di Vigorito. Nessun pericolo di rilievo, ma primi segnali di difficoltà per la difesa salentina.

Ad inizio del secondo tempo Colantuomo sostituisce Bocalon per Jallow (51’); qualche minuto dopo, sempre per gli ospiti, Di Tacchio entra al posto di Migliorini. Al 68’ il Lecce ha una buona occasione ma il tiro di Falco viene deviato in corner da Micai: sugli sviluppi dell’azione parte il contropiede degli ospiti che arrivano in area di rigore trovando, sull’ultimo passaggio, l’intervento decisivo di Calderoni.

La Salernitana pareggia al 72’, i protagonisti sono gli ultimi entranti in campo: cross di Di Tacchio, indecisione del portiere del Lecce Vigorito, che rimane a metà strada nel tentativo di uscita e viene superato dal colpo di testa di Bocalon, lasciato colpevolmente solo in area.

Al 73’ entra Chiricò, l’esterno brindisino contestato nelle settimane scorse da parte dei tifosi per alcuni atteggiamenti tenuti in passato contro la società giallorossa. La tifoserie della Curva Nord insorge, ritira striscioni e bandiere e inizia a cantare contro il giocatore, società e l’allenatore Liverani, reo di averlo messo in campo. Il resto dello stadio non ci sta e urla contro la Nord. In questa strana atmosfera il Lecce ritrova il vantaggio al minuto 81, grazie ad una splendida punizione di Falco, concessa per fallo provocato proprio da Chiricò.

Sembra fatta, ma al 90’ arriva la doccia gelata per i leccesi, con Castiglia che pesca il pareggio approfittando di una carambola fortunata in mischia all’interno dell’area giallorossa. L’azione è peraltro viziata da una evidente spinta di Bocalon su Petriccione, ma per l’arbitro è tutto regolare, tra le proteste di giocatori e pubblico.

TABELLINO

LECCE –  SALERNITANA 2-2

MARCATORI Mancosu al 4’ p.t., Bocalon al 26’ s.t., Falco al 36′ s.t.Castiglia al 45′ s.t.

Lecce (4-3-1-2) Lecce (4-3-1-2): Vigorito; Fiamozzi, Lucioni, Meccariello, Calderoni; Petriccione, Arrigoni, Scavone; Mancosu; Pettinari, Falco. (Bleve, Cosenza, Chiricò, Lepore, Torromino, Haye, Marino, Dubickas, La Mantia, Tabanelli, Venuti, Armellino). Allenatore: Liverani.

Salernitana (3-5-2): Micai; Perticone, Schiavi, Casasola; Migliorini, Akpa Akpro, Di Gennaro, Castiglia, Vitale; Jallow (dal 6’ s.t. Bocalon), Djuric (dal 7’ s.t. Di Tacchio). (Russo, Pucino, Mantovani, Odjer, Anderson D., Vuletich, Gigliotti, Palumbo, Anderson A., Mazzarani). Allenatore: Colantuono.

Arbitro: Antonio Di Martino di Teramo. Assistenti: Michele Grossi di Frosinone e Gamal Mokhtar di Lecco
IV Ufficiale: Daniele Paterna di Teramo.

Note: Abbonati 6.851, paganti 5.824, totale spettatori 12.675. Incasso 148.624 euro. Ammoniti Migliorini, Castiglia, Scavone. Espuslo Liverani per proteste. Angoli 5-2 per il Lecce.

(Giuseppe Nuzzo)

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Segui via Email
Facebook
Facebook
Google+
http://www.corrierenazionale.net/2018/09/03/pareggio-al-90-ancora-rimonta-beffa-per-il-lecce
Twitter