fbpx

Dalla Città della Disfida alla Piana di Nivive

Print Friendly, PDF & Email

MOSUL – Da circa due mesi i militari dell’ 82° Reggimento fanteria “Torino”, con sede a Barletta, compongono la Task Force Praesidium nell’ambito della missione in Iraq “Operation Inherent Resolve – Prima Parthica”.
Un impegno a 360° dei fanti che, guidati dal Ten. Col. Luca Carbonetti, negli ultimi due mesi, oltre ad assicurare la sicurezza e la stabilità dell’area d’operazione, hanno supportato, in maniera tangibile ed efficace, sia la popolazione locale, con cinque attività mediche a domicilio negli ospedali vicini, e sia le unità di contro-terrorismo irachene (Counter Terrorism Service – CTS) con sei interventi di assistenza veterinaria mirata a favore degli assetti cinofili anti IED (Improvised Explosive Device).
Nei giorni scorsi, in visite distinte presso la Task Force Praesidium, prima il Brigadier Generale USA Austin Renforth, Direttore del Joint Operating Center Iraq, poi il Generale di Divisione USA Chad P. Franks, Vice Comandante del Combined Joint Task Forces – Operation Inherent Resolve (CJTF-OIR) and Operation & Intelligence, hanno apprezzato l’efficacia del sistema di difesa integrato posto in essere dai militari italiani che lavorano in stretto coordinamento con il Counter Terrorism Service (CTS), il National Security Service (NSS) e le forze di sicurezza irachene (ISF).
Ad esprimere parole di apprezzamento per i fanti anche il Generale di Divisione Aerea Nicola Lanza de Cristoforis, Vice Comandate del Comando Operativo di Vertice Interforze, in visita alla Forward Operating Base di Mosul.
L’Alto Ufficiale ha ringraziato a nome delle massime autorità Italiane le donne e gli uomini con le stellette che operano in Iraq e si distinguono da sempre per professionalità e grande capacità di comprendere l’ambiente operativo in cui svolgono le proprie attività, fattore caratterizzante dei soldati italiani.
La Task Force Praesidium, su base 82° Reggimento fanteria “Torino” e schierata presso la diga di Mosul dal 2016, garantisce anche la sicurezza del personale militare e civile di USACE (United States Army Corps of Engineers) e delle maestranze della ditta Trevi impegnate nei lavori di risanamento dell’infrastruttura confermandosi elemento fondamentale nel processo di normalizzazione dell’Iraq.
Da pochi giorni l’Operazione “Prima Parthica” ha un nuovo Comandante; si tratta del Generale di Brigata Nicola Terzano, che nel corso di una semplice, ma suggestiva cerimonia svoltasi, in Erbil a Camp Singara, il 28 agosto 2018 ha assunto il comando di tutti i reparti delle Forze Armate Italiane schierati tra Iraq e Kuwait. 

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Segui via Email
Facebook
Facebook
Google+
http://www.corrierenazionale.net/2018/09/08/dalla-citta-della-disfida-alla-piana-di-nivive
Twitter