fbpx

Bari – Brienza e qualche certezza in più

Print Friendly, PDF & Email

La novità assoluta è quella che ieri sera al Park Hotel di Palese è arrivato Brienza il quale è ancora a corto di preparazione e che si allenerà agli ordini di Cornacchini per trovare la forma migliore, complice anche i tre turni di squalifica che dovrà scontare per via di quel fallo commesso in occasione dei maledetti playoff di Cittadella. E in un mesetto, dunque, Brienza, dal quale ci si attende non tanto partite intere che pure non mancheranno, quanto preziosi campoli di gara che dovranno illuminare la squadra. “Son qui perché ho percepito l’affetto dei tifosi anche se non conosco la categoria, affetto e amore che cercherò di ricambiare”. Così il fantasista canturino dell’isola d’Ischia.

E mentre al “Palazzo” non si muove foglia (oggi dovrebbe essere pronunziata la sentenza), il Bari si prepara alla prima gara di serie D sullo stretto, versante Messina, in una delle più difficili trasferte che gli capiterà sotto tiro. E per Messina, Cornacchini dovrà fare affidamento su qualche certezza, vale a dire su quei ragazzi che han lavorato di più come Simeri che, verosimilmente, sarà imprescindibile come punta centrale di questo nuovo Bari, giocatore che ha un gran senso della posizione, corre, si sacrifica in difesa ed ha un gran fiuto del gol, insomma l’attaccante giusto, moderno che potrà fare la differenza. Quindi, Cornacchini potrà fare affidamento sui centrocampisti Hamlili e Feola, sugli esterni Bollino e Neglia e la punta Pozzebon, ed infine gli under Aloisi, D’Ignazio e Piovanello. Un po’ pochi – si dirà – ma almeno si può contare su tre quarti di squadra considerata la tardiva partenza nell’allenarsi e nel trovare la “quadra” atteso che Roma non è stato, tanto, un ritiro, ma un via vai di personale in cerca di sistemazione.

Si diceva delle certezze ma si deve parlare anche di incertezze: e allora occorre parlare di Di Cesare che è arrivato solo da due giorni e che ha bisogno di lavorare per entrare in forma, lui che è stato messo da parte dal Parma. Così come Bolzoni che, essendo stato messo fuori rosa, non ha effettuato la preparazione se non quella col Bari a Roma, e come tale, necessita anche lui di qualche giorno in più di lavoro rispetto agli altri. Appena più avanti nella preparazione sembrano Marfella e Floriano.

Volendo abbozzare un prototipo di “undici” che dovrebbe esordire a Messina, si può dire che sarà composto da Marfella in porta, Aloisi, Mattera, Cacioli (o Di Cesare quando sarà in forma) e D’Ignazio in difesa, Hamlili, Piovanello e Feola (o Bolzoni che, come per Brienza, potrà giocare quando sarà in forma) a centrocampo, in attacco Simeri o Pozzebon, Bollino, Neglia e Floriano si dovranno contendere due maglie.

Mentre giovedì è prevista la terza amichevole, sempre a porte chiuse, contro il Picerno, squadra di pari categoria ma di un giorno diverso.

Massimo Longo

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Segui via Email
Facebook
Facebook
Google+
http://www.corrierenazionale.net/2018/09/11/bari-brienza-e-qualche-certezza-in-piu
Twitter