fbpx

Rai: Foa, non volevo offendere Mattarella ‘mai militato in partiti ne’ avuto tessere’

Print Friendly, PDF & Email

‘Non e’ mai stata intenzione offendere o mancare di rispetto al Presidente Mattarella: non e’ nel mio costume, raramente attacco e manco di rispetto, men che meno nei confronti della massima carica dello Stato, per il sentimento di stima nei suoi confronti, per il rispetto per il suo ruolo di servitore dello Stato e per la sua storia, che ha visto il sacrificio supremo di un membro della sua famiglia’. Lo ha detto il presidente Rai in pectore Marcello Foa in Vigilanza. ‘Mai militato in partiti ne’ avuto tessere, i miei valori pluralismo e indipendenza’, ha aggiunto.

“Ho messo a disposizione del governo, del Mef, il mio mandato e ho aspettato che valutasse se ci fossero margini e quando è stata riproposta la candidatura che non ho fatto io ma che mi è stata proposta ho pensato con estrema umiltà e rispetto delle regole che questa commissione potesse valutarla di nuovo. Sono molto rispettoso delle regole, non avrei accettato questo incarico se avesse violato delle regole”. Lo ha detto Marcello Foa nella sua replica in commissione di Vigilanza Rai rispondendo ad alcune osservazioni di esponenti Dem sull’origine e le caratteristiche del “mandato” ricevuto da Foa. Un mandato, ha ribadito lui, “non politico ma professionale”.

“Io sono per un’informazione libera e trasparente e che sappia riconoscere i propri errori perchè in Italia, a differenza ad esempio che nei paesi anglosassoni, c’è la tendenza a nascondere gli errori invece che ammetterli apertamente”, ha detto Marcello Foa, che ha sottolineato le parole chiave con cui si appresta a divenire, se avrà i due terzi dei voti della Vigilanza, presidente della Rai: “pluralismo”, “indipendenza”, “qualità dell’informazione, “capacità di servire i lettori con umiltà e onestà intellettuale”.

“Da anni combatto una battaglia intensa, motivata, irriducibile affinche’ la grande stampa riprenda un ruolo fondamentale nel Paese e le fake news perdano la loro attrattivita’ grazie al fatto che gente si riconosce nella grande informazione, anche quella della Rai”, ha detto Marcello Foa. “Sono a favore di un’informazione libera, trasparente – ha ribadito – e che sappia riconoscere i propri errori, un problema fondamentale per la maggior parte deimedia: quando sbagliano, perche’ tutti sbagliamo, tendono a nascondere i loro errori anziche’ ammetterli apertamente, come fa invece la stampa anglosassone”. 

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Segui via Email
Facebook
Facebook
Google+
http://www.corrierenazionale.net/2018/09/26/rai-foa-non-volevo-offendere-mattarella-mai-militato-in-partiti-ne-avuto-tessere
Twitter