fbpx

Il giorno prima degli esami…a Bruxelles

Print Friendly, PDF & Email

L’Italia tra Sovranità Debito e Rilancio

Vincenzo Valenzi

In queste ore pare si decidano le sorti dell’Italia, destinata a seconda dei punti di vista:
al cambiamento radicale e positivo, sociale, quasi socialista (non rivoluzionario ma ci si avvicinerebbe in qualche modo)

Al disastro secondo Silvio Berlusconi

Ad una marchetta agli evasori con una pace fiscale che di fatto sarebbe un condono tombale per gli evasori piccoli medi e grandi (fino a 1 milione di euro…) come urlano nel coro multiforme del PD, con ragionamenti più o meno fini come ad esempio quello dell’ex rottamatore che precisa come:
“Alla Leopolda si parla di come impostare una vera e propria resistenza civile contro la cialtronaggine del governo”,

Il tutto in un clima bruxelliano gelido con l’ultimatum di non sforare di neanche un minuto le 24.00 di oggi, altrimenti non ci saranno giustificazioni che tengano e i razzisti-populisti italici, saranno rimandati non si sa a quando, spread permettendo.
L’ansia bruxellese del PD nelle sue varie forme (con il non segreto auspicio che si riesca grazie agli amici e compagni della Commissione Junker e Moscovici, a raggiungere risultati che non sono alla portata di mano nonostante gli svariati errori con qualche orroruccio gialloverde), assume forme paradossali su cui nel percorso congressuale, che si auspica da più parti sia serio e profondo, si dovrà discutere in profondità persistendo enormi contraddizioni non in seno al popolo ma bensì dentro ciò che resta del gruppo dirigente Dem.

Come si fa ad essere contro il reddito di cittadinanza che ambisce ad essere riabilitativo e introduttivo al mondo del lavoro come avviene in Ticino ad esempio, con rigori come al solito esagerati da parte dei Pentastellati, non è dato di comprendere, specialmente a fronte di disponibilità imbarazzanti e praticate a salvare con una ventina di miliardi le banche fallite, svendute a pochi euri come si usa con troppe ricchezze pubbliche e private dall’Alfa Romeo, ad Autostrade, al Minstero della Salute dipartimento Prevenzione e non solo affidato alla cure di Guerra della Glaxo per le amorevoli cure vacciniche su cui si comincia a riflettere liberamente, nelle proteste dei filogsk ( sk scusate) di Walter Ricciardi; con il silenzio finale desomarizzato del genio virologico milanese, forse mandato in qualche territorio desomarizzato a meditare e a sfuggire alle ire delle mamme novax, che lo vogliono sempre sculacciare e chissà se virtualmente non ci siano riuscite, visti i risultati e le assenze al meeting parlamentare della Fondazione SK .. (la G anche quella e caduta, tra un guerra e un glaxo di troppo).

Dopo le regalie pedaggistiche ad Atlantia che ha alzato miliardi di profitti succhiati alle piccole e medie imprese italiche oltre che agli italiani, che bazzicano pericolosamente su Autostrade per l’Italia e sul Ponte Morandi, quando nella tetragona Austria le Autostrade sono super servite con un bolletto annuale, pensate ci sono pure le toilette e l’acqua negli enormi parcheggi lungo la rete autostradali;

dopo la gestione del grande manager dell’INPS che fa lezioni di finanza pubblica https://formiche.net/blog/2018/10/boeri-sp-moodys-salvini/ ma è distratto sulla finanza INPS, con il solo Condominio San Pietro di Prato con oltre una decina di appartamenti sfitti da anni, diversi locali a piano terra sfitti anche quelli tra cui i resti della Popolare di Vicenza ultra richiesta senza risposta da nessuno , neanche da Romeo Gestioni che per l’appunto da leader nazionale delle Gestioni di Proprietà Pubbliche gestisce anche il Condominio San Pietro di Prato. Decine di appartamenti sfitti, affittuari che vorrebbero comprare a cui non si neanche risponde, e una gestione dell’Immobile che lascia perplessi con lavori non eseguiti, come una tinteggiatura delle pareti del condominio, (durante i lavori per la messa in sicurezza dei balconi), ridotto a bellezze murali adatte per Tripoli oggi, non per Prato oggi, oppure perché no, scenari di guerra diretti con uno sportello su un balcone che, da diversi mesi, non rallegra le notti ventose sbattendo a ripetizione come se ci fosse una battaglia in corso, mentre c’è solo l’efficienza Boerica e dei suoi gestori di Romeo Gestioni, che da diversi mesi non riescono a trovare il tempo per portare le chiavi dell’appartamento ai tecnici del condominio San Pietro https://youtu.be/hJ54Wv_ddfY .

Non va dimenticato che le Pensioni di Oro e qualche volta di Platino oltre i trentamila sino a 100.000 euro che talvolta raggiungono e superano il milione di euro al mese pagate ad un mondo di magnager che ci ha regalato tra l’altro il Ponte Morandi, o una delle Giustizie più efficienti del Mondo, con uno dei turnover più alti mai visti alla Suprema Corte, dove dopo qualche mese i Presidenti di solito vanno velocemente in Pensione e magari essendo giovani e pronti ad altri incarichi accumulano anche li nuovi premi pensionistici, altro che quota 100 o critiche alla legge Fornero. Italiani si dice, furbi anziché no’, sicuramente sì, nella benevola disattenzione degli organi di controllo e della cosiddetta casta, che giustamente tiene famiglia, si fa gli affari suoi (Razzi direbbe meglio), ma forse non quelli della giustizia, né quelli degli italiani.

Pace Fiscale detto dai nostri oppositori integerrimi CONDONO TOMBALE AGLI EVASORI.
Infine mentre sempre a Prato gran parte del sistema industriale e passato ai cinesi, assieme a parte del sistema alberghiero e ristorativo, evitando così almeno il fallimento e il suicidio come capita spesso di frequente a molti imprenditori falliti, strangolati dai dragoni di Equitalia che prima gli blocca i mezzi di lavoro (camion macchine ecc) e poi le proprietà mettendoli in mezzo a una strada magari in qualche macchina avanzata;

davanti alla richiesta a più voci (quello che resta dell’arco non costituzionale) di rilanciare il PIL, visto che il PIL lo rilanciano le imprese, davanti al pietoso stato della maggior parte delle piccole e medie imprese (quelle che fatturano qualche milione di euro per capirsi ) che combattono con equitalia, assicurazioni poco rassicuranti (il doppio e talvolta il triplo della Svizzera per una vecchia macchina usata valli a capire gli svizzeri così sociali e morigerati con i prezzi assicurativi..), con autostrade per l’Italia (37 euro Parma Tarvisio , 9 euro per 10 giorni in Austria), davanti agli oneri fiscali tra i più alti del mondo con una pressione fiscale sul 60% le imprese non pagano più le tasse, l’INPS ecc e spesso neanche gli stipendi e falliscono http://www.sassarinotizie.com/articolo-53850-fallite_263_imprese_in_sardegna_nel_2017_e__il_record__storico_dall_inizio_della_crisi.aspx );
davanti a questo il Salvini , che errori e di orrori ne fa tanti, invoca una Pace Fiscale e la rottamazione delle cartelle fino a un milione che significa che nel 90% dei casi trattasi di aziende pronte a fallire con distruzione di aziende disoccupati e nuovi poveri anche gli ex ricchi imprenditori… evasori….

Cari compagni e amici democratici e liberi e uguali , un pò di buon senso non guasterebbe..

Se avete tempo, riflettete su ciò che accade oltre le grandi campagne per la scienza desomarizzata di Robertino Burioni, che non è Aldo Moro e neanche Albert Einstein; oltre le campagne di guerra per la prevenzione delle malattie di GSK (che non è mai stata tanto in salute, come la vicenda Poggiolini de Lorenzo ci ricorda); oltre il Conte Dracula e i suoi eredi, su cui siete sempre molti distratti e dimentichi; oltre le scalate a BNL, SAI e via cantando finite maluccio come il senese ci ricorda; oltre FCA a cui avete dato uno dei migliori pezzi rimasti dopo la scomparsa di Marchionne.

L’Italia vive un momento difficile e un combinato disposto interno ed esterno trama per affondare il Paese o quantomeno il suo governo legittimo e tutt’altro che cialtrone, caro rottamatore http://www.corrierenazionale.net/2018/09/14/il-rottamatore-torna-in-campo-con-la-clava/ ).

Dagli attacchi irrituali di Moscovici e Junker malamente ritrattati e mezzo mediati dal buon Fico e dagli altri mediatori di “pace” europei… http://www.ansa.it/europa/notizie/rubriche/altrenews/2018/10/04/juncker-io-non-insulto-euroscettici-confrontiamoci_832c8a7f-813b-451e-a9e5-86f1628a1683.html
agli attacchi diretti dei Macronisti vecchi (nicolisti) e nuovi, che dopo aver smantellato a colpi di Mirage una delle ultime aree di interesse italico, dopo che in qualche modo gestiscono tramite la legione che domina le regioni subsahariane il traffico di esseri umani, bloccandolo con grazia superiore a Ventimiglia (gli tagliano solo le scarpe a metà e l’ONU ci vorrà credo, andare a dare una occhiata);

agli attacchi pesanti interni di tutti quei potentati che sperano nel rapido affondamento del governo gialloverde che vuole sottrargli la gallina dalle uova d’oro di Autostrade per l’Italia http://www.finanzaonline.com/forum/arena-politica/1865471-inchiesta-di-report-del-2004-sulla-gestione-benetton-delle-autostrade.html , le pensioni di platino oltre i ventimila euro al mese, che non si capisce che hanno fatto per prenderle, a tutte le gestioni allegre tipo INPS di cui abbiamo raccontato un casotto da manuale moltiplicabile per mille e passa.

Quindi cari compagni e amici, il sonno non massonico pare stia finendo.. Prima di tutto il Paese; e se c’è qualcosa di buono che questi cattivi ragazzi gialloverdi stanno facendo, non ostacolateli, sempre che non vogliate passare per i liquidatori del Belpaese . Sarebbe una magra consolazione per voi e non credo che raccogliereste più applausi di quelli dei funerali del Morandi.

Prato Pomeriggio del 15 Ottobre 2018
La Notte prima degli esami per gli italiani a Bruxelles
Spero che questo compitino serva a qualcosa anche se ho qualche dubbio

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Segui via Email
Facebook
Facebook
Google+
http://www.corrierenazionale.net/2018/10/15/il-giorno-prima-degli-esami-a-bruxelles
Twitter