fbpx

Casa europa

Print Friendly, PDF & Email

Dopo tante esternazioni, l’Esecutivo di Centro/Destra ha messo in campo le sue “carte” che, per quanto c’è dato da intendere, non sembrano per nulla vincenti. L’Europa ha già espresso le sue perplessità per una manovra socio/economica che il nostro Parlamento è invitato a esaminare sul fronte dell’applicabilità e nell’interesse d’Italia in seno all’UE. Anche tenuto conto che l’anno prossimo andremo alle urne per l’elezione dei Parlamento Europeo.

 Come già è noto per chi segue i nostri interventi, non nascondiamo certe preoccupazioni che potrebbero determinare una sorta di “censura” Comunitaria. Il fatto che non sia solo l’Italia a trovarsi in condizioni instabili non ci consola. La situazione merita un’accurata analisi e proposte alternative che tengano conto della posizione d’Italia nell’Europa Stellata. Due uomini, che sino a poco tempo addietro non brillavano nel firmamento della politica nazionale, hanno raggiunto, almeno a parole un loro “peso”. Con Matteo Salvini (classe 1973) e Luigi Di Maio (classe 1986), la Penisola si dovrebbe preparare a un cambio di “rotta”per il quale non crediamo d’essere sufficientemente preparati. Non a caso, le reazioni del mercato economico sono in “negativo” e il profilo comunitario del Bel Paese potrebbe esserne compromesso e senza nessuna prerogativa.

Nei pochi mesi che ci separano dalla fine di quest’anno, che di sorprese ce ne ha serbato anche troppe, saremo chiamati a fare i “conti” sulla situazione nazionale. Quelli che avranno valenza saranno i fatti sul fronte socio/economico. Sul versante della politica interna ci sembra inutile prospettare ciò che avevamo ipotizzato già al tramonto della scorsa estate. Ora è il turno della “Casa Europa” della quale siamo stati i primi a credere. Ora tutto sembra tornare nell’incerto e l’andamento della nostra economia ha cominciato a procedere con evidenti “riserve”. Non vorremmo che, per una sorta d’immaturità politica, la “Casa Europa” si trasformasse in una sorte di confronto tra gli Stati membri.

Giorgio Brignola

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Segui via Email
Facebook
Facebook
Google+
http://www.corrierenazionale.net/2018/10/26/casa-europa
Twitter