fbpx

No tap bruciano tessere elettorali e foto di politici del M5S

Print Friendly, PDF & Email

Manifestazione a san foca in puglia, ‘5stelle dimettetevi!’

Bruciate tessere elettorali, foto di politici del M5s e simboli del Movimento in una manifestazione di attivisti No Tap a San Foca di Melendugno, in provincia di Lecce. Tra gli eletti in Salento presi di mira, la ministra del Sud Barbara Lezzi. ‘ Ci sentiamo traditi da coloro che aveva promesso in campagna elettorale che il gasdotto Tap sarebbe stato bloccato in due settimane, dopo che il governo Conte ha ora avallato invece la costruzione dell’opera’, hanno detto. La Lega e’ soddisfatta: ‘La Tap si fara’, capitolo chiuso, buona notizia’, dice Garavaglia.

“Se il Governo italiano decidesse adesso, in via arbitraria e unilaterale, di venire meno agli impegni sin qui assunti anche in base a provvedimenti legislativi e regolamentari, rimarrebbe senz’altro esposto alle pretese risarcitorie dei vari soggetti coinvolti nella realizzazione dell’opera e che hanno fatto affidamento su di essa”. Cosi’ il presidente del consiglio Giuseppe Conte in una lettera aperta sulla Tap inviata ai cittadini di Melendugno. “Possiamo prefigurare che lo Stato italiano rimarrebbe sicuramente esposto alle seguenti pretese risarcitorie: a) del consorzio Tap e dei suoi azionisti (Socar, BP, Snam, Fluxys, Enagas, Axpo) per i costi di costruzione e di mancata attuazione dei relativi contratti e per il mancato guadagno da commisurare all’intera durata della concessione (25 anni); b) delle societa’ importatrici del gas (tra cui: Edison, Shell, Eon e altri ancora) che hanno gia’ comprato il gas a prezzi scontati e che mirerebbero a trasferire allo Stato italiano i maggiori costi di approvvigionamento per i prossimi 25 anni; c) degli shipper di gas che si ritroverebbero a perdere margini per vendite in Turchia anziche’ in Italia”, aggiunge Conte.

“Caro Giuseppe CONTE se sostieni che esistano carte nascoste e penali dimostralo. Se invece parli dei costi di un risarcimento erano ben conosciuti da tutti. In primo luogo da quelli che hanno detto che avrebbero chiuso il tap in due settimane. Fai la persona seria”. Lo scrive su twitter Carlo Calenda.

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Segui via Email
Facebook
Facebook
Google+
http://www.corrierenazionale.net/2018/10/28/no-tap-bruciano-tessere-elettorali-e-foto-di-politici-del-m5s
Twitter