fbpx

S&p conferma rating Italia ma taglia l’outlook a negativo

Print Friendly, PDF & Email

Conte: giudizio in linea con solidita’ economica italiana

Rating confermato ma outlook negativo. Il verdetto dell’agenzia americana Standard and Poor’s sulla sostenibilita’ finanziaria del sistema italiano arriva alle dieci di sera e suona come un campanello di allarme. “Il piano economico del governo – fa sapere S&P – rischia di indebolire la performance di crescita dell’Italia”. Parla di “giudizio corretto alla luce della solidita’ economica del Paese” il premier Giuseppe Conte. Di Maio: “deluso chi aspettava dati per remare contro”. Salvini: “Un film gia’ visto. In Italia non saltano ne’ banche ne’ imprese”.

“L’outlook negativo indica che potremmo abbassare i rating sull’Italia entro i prossimi 24 mesi se: la crescita del PIL reale ha materialmente sottostimato le nostre aspettative; i disavanzi delle amministrazioni pubbliche e il debito pubblico netto in percentuale del PIL superano significativamente le nostre previsioni” E’ quanto nota S&P nel suo rapporto sull’Italia, la quale nota “un marcato deterioramento delle condizioni finanziarie esterne dell’economia a causa delle persistenti incertezze politiche e delle loro potenziali implicazioni negative per l’Italia e per le sue banche, che sono uno dei maggiori creditori del governo”. L’agenzia rileva inoltre che “potremmo rivedere le prospettive in modo stabile se notiamo che la ripresa economica sta accelerando, consentendo al debito pubblico di scendere al PIL, o che la deviazione di bilancio e’ nettamente inferiore a quella che ci aspettiamo attualmente. Potremmo anche rivedere le prospettive in modo stabile se vedessimo ulteriori progressi significativi nel ripristino del settore finanziario italiano, ad esempio attraverso la risoluzione in corso di prestiti in sofferenza (NPL) o l’introduzione e il finanziamento condiviso di un sistema europeo di assicurazione dei depositi (come disciplinato dalla direttiva 2014)”.

“Standard & Poor’s lascia invariato il suo rating sul debito dell’Italia. Riteniamo che questo giudizio sia corretto alla luce della solidita’ economica del Paese: l’Italia e’ la settima potenza industriale al mondo e la seconda manifattura europea. La competitivita’ delle nostre imprese ci permette di avere un surplus commerciale consistente e il risparmio delle famiglie italiane e’ solido”. Comincia cosi’ la nota di Giuseppe Conte dopo le valutazioni della societa’ di rating. “In merito alla decisione di portare in negativo l’outlook italiano e ad alcuni giudizi negativi sulla manovra economica – prosegue il presidente del Consiglio – siamo fiduciosi che mercati e istituzioni internazionali comprenderanno la bonta’ delle nostre misure”. “Con la manovra economica – rivendica Conte, in una nota diffusa da Palazzo Chigi – evitiamo una stretta recessiva e rilanciamo la crescita grazie agli investimenti e ad un programma di profonde riforme strutturali”. “L’Italia e’ saldamente collocata all’interno dell’Unione europea e non c’e’ alcuna possibilita’ di uscita dall’Ue o dall’euro-zona. Il governo e’ al lavoro per far ripartire il Paese su un sentiero di crescita e in direzione dello sviluppo sostenibile”, conclude.

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Segui via Email
Facebook
Facebook
Google+
http://www.corrierenazionale.net/2018/10/28/sp-conferma-rating-italia-ma-taglia-loutlook-a-negativo
Twitter