fbpx

Davvero il traffico merci verso la Francia è per più del 90% su ruota?

Print Friendly, PDF & Email

 Camion all’imbocco del traforo del Monte Bianco

Abbiamo verificato le affermazioni del commissario straordinario del governo Paolo Foietta  
Il commissario straordinario del governo per l’asse ferroviario Torino-Lione Paolo Foietta, ospite di Radio Anch’io su Rai Radio 1 il 30 ottobre, ha dichiarato (min.17.35): “I dati (…) dicono che ci sono 44 milioni di tonnellate che passano ai valichi con la Francia (…) contro i 38 che passano i valichi con la Svizzera. La differenza è che mentre il 97% del traffico ai valichi con la Francia passa su camion, e solo il 7% passa su ferrovia, in Svizzera il 70% passa su ferrovia, il 30% su camion. Vuol dire 3 milioni e mezzo di Tir, che è il record assoluto che noi abbiamo ai valichi con la Francia”.
Foietta, a parte una “svista”, fornisce dati sostanzialmente corretti. Vediamo dunque i numeri sul traffico merci attraverso le Alpi che, come abbiamo raccontato nel nostro speciale sulla Tav, è uno dei tanti argomenti di scontro tra favorevoli e contrari all’opera.
Le tonnellate di merci ai valichi
Molti dei dati citati da Foietta si ritrovano in un rapporto ufficiale sul traffico merci nell’area alpina, pubblicato a luglio 2018 e intitolato Observation and analysis of transalpine freight traffic flows – Key figures 2017. Il rapporto è curato dalla Direzione generale mobilità e trasporti della Commissione europea (Dg Move) e dall’Ufficio federale dei trasporti della Confederazione elvetica (Uft).
Per prima cosa si legge che “il trasporto merci transalpino complessivo è cresciuto dai 209,4 milioni di tonnellate del 2016 ai 216,2 milioni di tonnellate del 2017 (+3,2%). Il totale di merci trasportate attraverso le Alpi raggiunge così un nuovo livello record”. Si è dunque tornati ampiamente al di sopra dei livelli pre-crisi.
Delle 216,2 milioni di tonnellate complessive la parte maggiore è transitata per l’Austria (133,2 milioni di tonnellate), seguita dalla Francia (44,1 milioni) e dalla Svizzera (38,9 milioni). Foietta dà dunque dei numeri corretti a proposito di questi ultimi due Paesi.
La percentuale di trasporti su ruota e su rotaia
Sempre dal rapporto di Dg Move e Uft provengono le percentuali più aggiornate su quante merci transitino attraverso le Alpi su rotaia o su ruota, e di nuovo troviamo conferma – più o meno – di quanto dichiarato da Foietta.
In Svizzera, nel 2017, il 69,9% delle merci è passato su rotaia e il 30,1% su ruota. In Francia, sempre nel 2017, il 92,3% è passato su ruota e il 7,7% su rotaia. Foietta probabilmente fa un refuso quando parla di “97%” su ruota, visto che poi cita correttamente il 7% su rotaia (e la somma dei due dati dà 104 invece che 100). Ma a parte questo, i numeri sono sostanzialmente esatti.
Per completezza citiamo anche le percentuali dell’Austria, da cui le merci sono transitate nel 2017 per il 70,2% su ruota e per il 29,8% su rotaia.
Quanti Tir passano tra Italia e Francia
Sul numero di Tir che transitano ai valichi tra Italia e Francia, il rapporto citato calcola che gli Hgv (Heavy Goods Vehicles) transitati dai valichi di Ventimiglia, Monginevro, Frejus e Monte Bianco – tutti tra Italia e Francia – nel 2017 siano stati circa 2,9 milioni.
Il dato citato di 3,5 milioni proviene però da un’altra fonte. Foietta ci ha infatti fornito la seguente tabella, dove sono elaborati e riassunti i dati Aiscat e della Regione Piemonte relativi al 2017, da cui risulta che – considerati entrambi i sensi di marcia – il totale dei mezzi pesanti che sono transitati attraverso i valichi occidentali italiani (Ventimiglia, Frejus e Montebianco) nel corso dell’anno scorso ammonta a 3.468.342.
La discrepanza tra il dato Aiscat-Regione Piemonte e quello della Dg Move dipende probabilmente da una diversa classificazione degli Hgv rispetto ai veicoli pesanti.
Al di là di questo, anche il dato di 2,9 milioni di Hgv è probabilmente un record. È infatti sicuramente un record il numero complessivo di Hgv transitati attraverso le Alpi nel 2017, 10,9 milioni. Questo dato è figlio degli aumenti registrati in Francia (+3,7%) e in Austria (+5,5%), compensati in parte dal calo in Svizzera (-2,1%, minimo storico degli ultimi vent’anni).
Che il dato possa comunque oscillare tra i 3 milioni e i 3,5 milioni ci risulta in ogni caso anche da una precedente analisi che avevamo svolto sull’argomento.
Conclusione
Foietta cita dati sostanzialmente corretti, a parte una svista, a proposito del traffico di mezzi pesanti che attraversa le Alpi. Si tratta di un fenomeno in aumento e, per quanto riguarda la Francia, è vero che la percentuale di trasporto merci su ruota sia superiore al 90%.

agi.it

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Segui via Email
Facebook
Facebook
Google+
http://www.corrierenazionale.net/2018/10/31/davvero-il-traffico-merci-verso-la-francia-e-per-piu-del-90-su-ruota
Twitter