fbpx

Milano ristorazione dà voce ai bambini milanesi e presenta le novità

Print Friendly, PDF & Email

MILANO – Grazie ai risultati dell’indagine di gradimento condotta da DOXA scopriamo i gusti dei più piccoli. 
Presentati in Comune anche il nuovo menù invernale e il piano di investimenti per la prossima stagione.

È suonata la campanella di un nuovo anno scolastico e, fedele al proprio ‘appuntamento’, Milano Ristorazione torna a presentare nella sede di Palazzo Marino le novità della stagione invernale che confermano l’impegno della Società nel consolidare le buone pratiche, da tempo perseguite, per uno stile di vita sano. Quest’anno c’è una novità: la Società ha infatti voluto conoscere l’opinione dei bambini milanesi, abituali commensali delle mense scolastiche servite da Milano Ristorazione, interrogati attraverso un questionario dedicato, sull’apprezzamento e i gusti delle pietanze offerte ogni giorno. Con un chiaro intento: migliorare la qualità dei pasti, arricchirli di novità, a partire dal menù invernale, nel rispetto dei valori nutrizionali, dell’utilizzo di prodotti e materie prime prevalentemente bio e a filiera corta, fino alla scelta di investimenti ad hoc per ottimizzare servizi tecnici e informativi.

‘DIMMI COSA MANGI’: L’INDAGINE DOXA DÀ VOCE AI BAMBINI MILANESI IN TEMA DI GUSTI A TAVOLA

20 scuole Primarie distribuite nelle 4 aree del Comune di Milano servite dalla Società: è questo il campione coinvolto dall’indagine Doxa per valutare il gradimento dei menù di Milano Ristorazione tra i suoi piccoli utenti, che ha raccolto in totale 13.157 opinioni di bambini dalla 2^ alla 5^ classe, espresse con questionari dedicati ai menù invernale e estivo proposti nell’anno scolastico 2017/2018. L’opinione è stata globalmente positiva; in funzione del punteggio ottenuto, l’apprezzamento è stato suddiviso in quattro macro categorie: totalmente accettato (da 75% a 100% di valutazioni positive), parzialmente accettato (da 50% a 74% di valutazioni positive), parzialmente rifiutato (da 25% a 49% di valutazioni positive) e totalmente rifiutato (da 0% a 24% di valutazioni positive).

Dati che attestano una buona accoglienza generale, con i primi piatti tra i più apprezzati dai bambini, che privilegiano quelli dai gusti semplici come ravioli di magro alla salvia, pasta al pesto, pasta olio e parmigiano, oltre alla sempre amata pizza. Meno apprezzate le minestre di verdura. Tra i secondi si piazzano ai primi posti i piatti di carne, mentre sono meno apprezzati il pesce, i piatti vegetariani e i formaggi stagionati. Per i contorni la preferenza va alle patate, sebbene siano gradite anche le verdure crude e «croccanti» come gli spicchi di finocchi e carote, a discapito della verdura cotta, da sempre poco amata dai bambini. A conclusione dei pasti, frutta e dolci come gelato e tortino di farro biologico, riscuotono il maggiore successo. È curioso notare che i bambini sono sempre più bonari nell’assegnare giudizi positivi rispetto alle bambine e con l’aumentare dell’età cresce anche lo spirito critico nei confronti dei piatti proposti.

“Chiedere direttamente ai bambini e alle bambine delle nostre scuole cosa gradiscono di più è stata un’idea semplice quanto preziosa – commenta l’assessore all’Educazione Laura Galimberti –Grazie ai loro suggerimenti e al costante confronto con la Rappresentanza Cittadina delle Commissioni Mensa sono nate nuove proposte che crediamo possano aiutare i più piccoli ad apprezzare maggiormente anche quegli alimenti, come le verdure, che tendono a scartare, ma che sappiamo essere necessarie per la loro crescita. E soprattutto, avere il loro parere, per noi il più importante, ci aiuta a migliorare sempre di più il servizio”.

“Siamo felici di ascoltare ciò che i nostri utenti vogliono comunicarci – dichiara Fabrizio De Fabritiis, Amministratore Unico di Milano Ristorazione – specie quando si tratta di piccoli commensali che possono essere più facilmente educati al mangiare sano. Ascoltarli è un nostro impegno costante per rendere il servizio sempre più in linea con le aspettative dei nostri piccoli utenti e dei loro genitori. Per questo motivo il Comune e Milano Ristorazione investono risorse economiche, umane e nuovi progetti al fine di creare una relazione trasparente basata sulla reciproca fiducia”.

L’INVERNO APPORTA NOVITÀ ANCHE ALLE PROPOSTE IN MENÙ

Pasta biologica alla crema di zucchine o al ragù di soia biologica e italiana, ma anche al ragù di verdure e legumi; Vellutata di piselli con crostini con farina integrale biologica, Minestra di Cannellini con riso: sono queste alcune ‘nuove proposte’ del menù invernale di Milano Ristorazione condivise con la Rappresentanza Cittadina delle Commissioni Mensa.

Inoltre, per nutrire i piccoli con varietà, cercando di far assaggiare loro anche piatti normalmente meno graditi come le verdure e il pesce, nel prossimo menù invernale saranno introdotti Nasello gratinato, Burger di pesce, Sformato di legumi e Patate e fagiolini in insalata, oltre ad un nuovo dolce da forno.

FRUTTA A METÀ MATTINA

Anche per questo anno scolastico Milano Ristorazione porta avanti l’iniziativa “Frutta a Metà Mattina”. Il progetto, che riparte dal 1° di ottobre, anticipa a metà mattina l’offerta della frutta prevista a fine pasto, garantendo ai bimbi un apporto nutrizionale in orari adeguati alle loro esigenze e all’equilibrio complessivo dei pasti.

A due anni dall’avvio del progetto, Milano Ristorazione ha potuto constatare che consumare frutta a metà mattina favorisce un maggior gradimento del pranzo. Il programma, proposto a tutte le Scuole Primarie e Secondarie di I° grado milanesi che, su base volontaria si iscrivono all’iniziativa, ha interessato, nell’anno scolastico 2017/2018, 59 scuole, con 795 classi formate da 17.435 alunni.

BIOLOGICO E A FILIERA CORTA

Milano Ristorazione porta avanti la propria filosofia e le proprie scelte alimentari nel rispetto del valore nutrizionale ed etico del cibo, ovvero privilegiando prodotti di origine biologica, a filiera corta, a km 0 e a lotta integrata. Secondo gli ultimi dati disponibili, i prodotti bio costituiscono il 36% della materia prima dei menù di Milano Ristorazione. A partire dalle Uova biologiche, utilizzate per la preparazione delle frittate, a tutta la frutta, tra cui Uva, Pere, Mele, Arance, Clementine che, salvo indisponibilità di mercato, sarà biologica. Le Banane, del mercato equosolidale, saranno in parte anch’esse bio.

Continua, inoltre, la partnership con gli agricoltori del Consorzio DAM (Distretto Agricolo Milanese) che si è aggiudicato la fornitura di Riso. Milano Ristorazione acquista poi, per l’utenza scolastica, Pasta secca biologica, oltre a Yogurt biologico preparato con latte lombardo e quello del Parco Agricolo Sud, quest’ultimo prodotto dal Consorzio Natura e Alimenta. Infine, continuerà la fornitura una settimana al mese di pane con farina biologica, a basso contenuto di sale, mentre il pane con farina integrale biologica sarà proposto una volta a settimana.

UN’ATTENZIONE ANCHE AGLI INVESTIMENTI

Migliorare i 26 Centri Cucina e le 80 cucine presenti all’interno dei nidi di infanzia è un obiettivo costante per Milano Ristorazione, confermato dal varo di importanti investimenti così ripartiti:

Servizi tecnici:

2.300.000€ per i lavori di ristrutturazione del Centro Cucina di via Quaranta;

1.130.000€ per la fornitura e l’installazione di attrezzatura per il Centro Cucina di via Quaranta;

500.000€ per i lavori di ristrutturazione del Centro Cucina di via Bottego;

280.000€ per la fornitura e l’installazione di attrezzatura per il Centro Cucina di via Bottego;

290.000€ per l’automazione delle linee di lavorazione di formaggi e carne nel Centro di Produzione Sammartini.

Servizi informativi:

250.000€ per l’informatizzazione dei processi interni (Evoluzione del sistema gestionale);

250.000€ per il sistema per la gestione dati e interazione con l’utenza;

200.000€ per lo sviluppo di sistemi per ridondanza sala server;

120.000€ per i sistemi per ottemperanza GDPR;

50.000€ per l’informatizzazione dei processi interni (Evoluzione del sistema di Business Process Management);

50.000€ per lo sviluppo di applicazioni Mobile;

40.000€ per i sistemi di reporting aziendale.

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Segui via Email
Facebook
Facebook
Google+
http://www.corrierenazionale.net/2018/11/14/milano-ristorazione-da-voce-ai-bambini-milanesi-e-presenta-le-novita
Twitter