fbpx

Tria all’eurogruppo, ‘la manovra non cambia, ma dialoghiamo’

Print Friendly, PDF & Email

 Decreto fiscale, rischio buco 1,9 miliardi, obbligo e-fattura

‘Il programma del governo non cambia ma c’e’ la volonta’ di discutere. Il deficit era necessario, ma non abbiamo sforato. 2,4% e’ tra i piu’ bassi nella storia d’Italia, in Francia e’ piu’ alto’, cosi’ il ministro dell’economia Giovanni Tria al termine dell’Eurogruppo. L’obbligo di fatturazione elettronica previsto a partire dal primo gennaio restera’, si apprende da fonti di maggioranza a margine dei lavori al Senato sul decreto fiscale. Eliminare o rinviare la misura, si spiega, costerebbe infatti troppo per le casse dello Stato. Il recupero di evasione previsto e’ di circa 1,9 miliardi di euro in un anno. Sono un migliaio gli emendamenti alla legge di Bilancio dichiarati inammissibili, sui 3.626 presentati in commissione alla Camera. Lo spread Btp-Bund accelera, sale a 315 punti base. 

 

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Segui via Email
Facebook
Facebook
Google+
http://www.corrierenazionale.net/2018/11/19/tria-alleurogruppo-la-manovra-non-cambia-ma-dialoghiamo
Twitter