Diritti Umani

Le ong tornano in mare, ‘difendere i diritti sui migranti’

Monito dell’Onu, ‘Italia non le criminalizzi, cambi rotta’

Le Ong tornano in mare per ‘difendere i diritti umani’ e garantire le operazioni di ricerca e soccorso dei migranti. L’annuncio congiunto e’ di Sea Watch, Proactiva Open Arms e Mediterranea, le cui imbarcazioni sono partite per l’area davanti alla Libia. Intanto, l’Alto commissariato Onu per i diritti umani esprime ‘preoccupazione’ per la ‘continua campagna diffamatoria in Italia contro le ong inel Mediterraneo’, cosi’ come ‘la criminalizzazione del lavoro di chi difende i diritti dei migranti’ e chiede al governo di ‘cambiare rotta’.


One Reply to “Le ong tornano in mare, ‘difendere i diritti sui migranti’”

  1. daria ha detto:

    Ottimo, ci porteranno un altro po’ di clandestini africani da mantenere che, in cambio, ci porteranno la cultura e ci pagheranno le pensioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE