fbpx

Non si fermano i ribassi sulla rete carburanti italiana

Print Friendly, PDF & Email

Con le quotazioni dei prodotti petroliferi in Mediterraneo stabili sulla benzina e ancora in calo sul diesel, infatti, Tamoil, Esso e Q8 hanno limato di 1 centesimo i prezzi raccomandati di verde e gasolio, mentre IP e Italiana Petroli sono scese di 1 cent sulla benzina e di 2 cent sul Gpl.

Sul territorio, di conseguenza, prosegue l’andamento in calo dei prezzi praticati. In particolare, in base all’elaborazione di Quotidiano Energia dei dati alle 8 di giovedì comunicati dai gestori all’Osservaprezzi carburanti del Mise, il prezzo medio nazionale praticato in modalità self della benzina è pari a 1,578 euro/litro, con i diversi marchi che vanno da 1,562 a 1,605 euro/litro (no-logo a 1,567). Il prezzo medio praticato del diesel è a 1,506 euro/litro, con le compagnie che passano da 1,501 a 1,530 euro/litro (no-logo a 1,494).

Quanto al servito, per la benzina il prezzo medio praticato è di 1,712 euro/litro, con gli impianti colorati che vanno da 1,691 a 1,805 euro/litro (no-logo a 1,614), mentre per il diesel la media è a 1,639 euro/litro, con i punti vendita delle compagnie tra 1,639 a 1,720 euro/litro (no-logo a 1,539). Il Gpl, infine, va da 0,680 a 0,701 euro/litro (no-logo a 0,673). 

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Segui via Email
Facebook
Facebook
Google+
http://www.corrierenazionale.net/2018/12/01/non-si-fermano-i-ribassi-sulla-rete-carburanti-italiana
Twitter