fbpx

‘Accuse di lavoro nero’, botta e risposta M5s-Renzi

Print Friendly, PDF & Email

 Tiziano querela, movimento chiede le scuse di Matteo

Nuovo botta e risposta tra la famiglia Renzi, Tiziano e Matteo, e il M5s sulle accuse di lavoro nero rivolte in questo caso da ‘La Verita” all’azienda di famiglia dell’ex presidente del Consiglio. Il padre di Renzi fa sapere di aver dato mandato ai legali di agire contro il giornale, mentre i 5 Stelle chiedono al figlio di ‘chiedere scusa’ per la ‘morale vergognosa’. Da parte sua, Renzi chiede a Di Maio di spiegare in Parlamento ‘perche’ ha deciso di fare il prestanome al padre per le sue attivita’ edilizie. Il ministro del Lavoro non puo’ essere il titolare di un’azienda in cui esiste il problema del lavoro in nero’, afferma. 

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Segui via Email
Facebook
Facebook
Google+
http://www.corrierenazionale.net/2018/12/03/accuse-di-lavoro-nero-botta-e-risposta-m5s-renzi
Twitter