fbpx

 Etna: oltre 150 scosse

Print Friendly, PDF & Email

Ieri sera un’altra di magnitudo 4 aeroporto catania chiuso nella notte. Disagi anche per treni

Prosegue lo sciame sismico sull’Etna: tra le oltre 150 scosse una di magnitudo 4 e’ stata registrata alle 20:26 di ieri con epicentro vicino Ragalna, in provincia di Catania. Per la nube di cenere alzatasi dal vulcano l’aeroporto della citta’ e’ chiuso dalle 21:30 e dovrebbe riaprire stamani. Temporaneamente sospesa ieri la circolazione ferroviaria sulla linea Messina-Catania-Siracusa.

Un intenso sciame sismico sul vulcano Etna e’ stato registrato ieri mattina, con oltre 130 scosse sismiche registrate dall’Ingv nelle prime tre ore, le maggiori delle quali sono state di magnitudo Ml = 4.0 (alle ore 13:08, localizzata nella zona di Piano Pernicana, fianco nord-est del vulcano, a 2 km profondita’ e 6 km a ovest di Zafferana Etnea) e Ml 3.9 (localizzata nella zona di Monte Palestra fianco nord-ovest del vulcano). L’attivita’ sismica e’ stata accompagnata da un graduale incremento del degassamento dall’area craterica sommitale, inizialmente con sporadiche emissioni di cenere emesse dalla Bocca Nuova e dal Cratere di nord-est, che sono culminate alle ore 12.00 circa in un denso e continuo pennacchio di cenere scura. Dopo circa cinque minuti e’ iniziata un’intensa attivita’ stromboliana localizzata alla base meridionale del Nuovo Cratere di sud-est, probabilmente scaturita da una fessura eruttiva. Contemporaneamente l’attivita’ stromboliana e’ ulteriormente incrementata anche alla Bocca Nuova e al Cratere di nord-est. Alle ore 12.01 locali la Sala Operativa dell’Osservatorio Etneo (OE-INGV) ha diramato il comunicato VONA ROSSO per emissione di cenere, indirizzato alle autorita’ aeronautiche. Le reti geodediche GPS e clinometriche mostrano vistose deformazioni dell’area sommitale. L’Osservatorio Etneo sta continuamente monitorando l’evolversi dei fenomeni in stretto contatto con il Dipartimento della Protezione Civile e tutte le autorita’ di Protezione civile.

E’ stato riaperto, con limitazioni operative, l’aeroporto catanese di Fontanarossa che da ieri subisce chiusure dello spazio aereo per l’attivita’ eruttiva dell’Etna. Per ora sono consentiti 4 movimenti aerei l’ora. Non ci sono partenze, quindi potranno arrivare quattro velivoli l’ora. Sono continuate intanto nella notte e anche in mattinata le scosse di terremoto sul vulcano registrate dall’Ingv. La zona dove i tremori sono maggiormente avvertiti e’ quella di Zafferana Etnea. Dalla mezzanotte sono state registrate 5 scosse, di cui due con epicentro Regalna (Catania).

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Segui via Email
Facebook
Facebook
Google+
http://www.corrierenazionale.net/2018/12/25/etna-oltre-150-scosse
Twitter