fbpx

Cesare Battisti e’ in Italia. Atterrato a Ciampino e subito a Rebibbia

Print Friendly, PDF & Email

Con aria apparentemente tranquilla, Cesare Battisti e’ sceso dall’aereo che lo ha riportato in Italia, scortato dagli agenti della Polizia di Stato e della Polizia Penitenziaria. Testa alta, indossava un giubbotto marrone.
L’ex terrorista dei Pac, Cesare Battisti, è stato preso in consegna dalla Polizia italiana. Gli agenti della penitenziaria sono saliti a bordo del Falcon che lo ha portato in Italia dalla Bolivia e poi lo hanno fatto uscire dal velivolo. Battisti indossava una giacca marrone e teneva le mani ammanettate sulla schiena: scortato sempre dai poliziotti ha percorso le poche decine di metri della pista dell’aeroporto di Ciampino verso il furgone della Polizia che lo ha portato al carcere di Rebibbia. Ad osservare la scena, a pochi metri di distanza, i ministri dell’Interno Matteo Salvini e della Giustizia, Alfonso Bonafede.

“E’ una giornata nel nome della giustizia, del buon senso. Ha smesso di andare in giro per il mondo sghignazzando qua e la’”, commenta Matteo Salvini. Il vicepremier aggiunge: “Spero di non vederlo da vicino”.
“Oggi diciamo al mondo che nessuno può sottrarsi alla giustizia italiana”: lo ha detto il ministro della Giustizia, Alfonso Bonafede, all’arrivo di Cesare Battisti a Ciampino. “Quando Battisti varcherà la porta del carcere finalmente sconterà la pena dell’ergastolo per tutti i reati che ha commesso”, ha aggiunto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Segui via Email
Facebook
Facebook
Google+
http://www.corrierenazionale.net/2019/01/14/cesare-battisti-e-in-italia-atterrato-a-ciampino-e-subito-a-rebibbia
Twitter