fbpx

Vedere bellezza

Print Friendly, PDF & Email

La bellezza è di tutti. È nello sguardo di chi contempla e negli occhi di chi l’accoglie. È nello stupore di chi osserva e nell’unicum che ne è l’oggetto. Vedere bellezza è l’atto più semplice del vivere.
Riscoprire la bellezza della natura e dell’arte, nelle relazioni personali e nella vita quotidiana è un piccolo gesto che può diventare medicina per l’anima, in grado di riportarci nel nostro centro per farci sentire vivi e in contatto con i nostri sentimenti e le nostre emozioni. Una delle prime correnti psicologiche che diede grande importanza alla bellezza in ambito umano è stata la psicosintesi di Roberto Assagioli (allievo di Carl Gustav Jung). L’uomo ormai da tempo immerso nei ritmi frenetici delle metropoli e della globalizzazione ha perso il contatto con la bellezza nel mondo e con sé stesso, con le sue risorse interiori e con il suo essere unico e straordinario.

La capacità di percepire e vedere la bellezza, una vera e propria forma di intellizenza estetica, è quella qualità che ci permette di scorgere la perfezione e la magia di un volto, di un paesaggio, una poesia, un dipinto, una musica, ma anche semplicemente dei piccoli aspetti della vita di tutti i giorni, anche se immersi nella solita routine e può diventare fonte di infinita energia per rigenerarsi e sentire scorrere dentro di sé l’intelligenza divina. Ma cos’è la bellezza?
È una sensazione magica che ti pervade in un istante e che ti porta a contatto con il tuo cuore e con le tue emozioni. In quel momento sei nell’eternità lontano da spazio e tempo, in perfetta armonia con il momento presente.
Cito un verso della Divina Commedia di Dante Alighieri – trentesimo canto del Paradiso: – “Così la neve al sol si disigilla,
così al vento nelle foglie levi,
si perdea la sentenza di Sibilla.”
Questa terzina è di una bellezza straordinaria. In questo verso Dante mostra tutta la sua maestria e l’illuminazione di un vago ricordo. La sua visione è come la neve al sole che si scioglie, oppure il responso profetico che la Sibilla (l’oracolo) scriveva sulle foglie prima che fosse disperso dal vento.

Riscoprire la bellezza nel mondo e nelle persone è un modo di vivere in armonia con il tutto, è un gesto necessario per ritrovare la bellezza dentro se stessi che è sempre esistita e mai scomparirà, bisogna solo avere il coraggio di utilizzare nuovi occhi per affrontare con ardimento le situazioni della vita che ci portano a contatto con la paura, allontanandoci dalla bellezza.
Quando ti lasci trasportare dalla bellezza di un tramonto, di una montagna, del mare, di un fiore, un dipinto, una pianta, un brano musicale, un quadro oppure di una persona, accadono cose miracolose e ti ritrovi a pensare in maniera nuova, a guarire le tue profonde e antiche ferite, a dimenticarti dei tuoi problemi, ad aprire il tuo cuore ad un’altra persona, ad assaporare fino in fondo il fascino che con sé porta la folle voglia di vivere.

Evelyn Zappimbulso

“Anche se viaggiamo in tutto il mondo per trovare il bello, dobbiamo portarlo con noi oppure non lo troveremo.” (Ralph Waldo Emerson)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Segui via Email
Facebook
Facebook
Google+
http://www.corrierenazionale.net/2019/01/24/vedere-bellezza
Twitter