Estero

Russia sospende trattato nucleare

Il presidente russo Vladimir Putin ha annunciato la sospensione degli obblighi della Russia nell’ambito del Trattato per i missili nucleari a medio raggio, Inf, in risposta all’ultimatum di sei mesi dato dagli Stati Uniti che ieri ha annunciato esattamente la stessa misura, così come l’inizio del processo di ritiro del trattato, che si concluderà nell’agosto di quest’anno. “Rispondiamo simmetricamente, se i nostri partner statunitensi hanno annunciato che sospenderanno la loro partecipazione al trattato, lo sospenderemo anche noi”, ha detto Putin dopo aver incontrato il ministro degli Esteri Sergei Lavrov e quello della Difesa Sergei Shoigu.

Sebbene il leader del Cremlino abbia indicato che “Mosca non ha intenzione di iniziare una corsa agli armamenti”, si è detto favorevole alla proposta avanzata dal Ministero della Difesa russo di avviare lo sviluppo di un nuovo missile supersonico a medio raggio, secondo una dichiarazione riportata dall’agenzia di stampa ufficiale RIA Novosti.

Putin ha quindi accusato gli Stati Uniti di violare i termini dell’accordo firmato dai due paesi nel 1987, e ha chiesto un controllo internazionale dell’arsenale nucleare degli Stati Uniti in risposta alle stesse accuse fatte ieri dal suo omologo statunitense, Donald Trump.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE