fbpx

A Roma il duello dei “grandi” fino al 17 Febbraio

Print Friendly, PDF & Email

Chi fosse realmente Shakespeare? Una questione molto dibattuta e delicata, ma Stefano Reali non esita a portarla in teatro, anzi il regista sale sul palco. Così si snoda avvincente il racconto di “LA VOLPE E IL LEONE”, ogni sera alle 20.30.

Duelli di spade e duelli di contenuti, Shakespeare incontra Cervantes e i due autori giocano a svelare paure, sogni e amori, fuggiaschi, ma eterni come le loro penne. Eppure il mistero aleggia attorno alla storia di John Florio, interpretato dall’attore Ruben Rigillo, che giunge a Messina per incontrare Miguel de Cervantes, il camaleontico Giuseppe Zeno, seguito dal ricchissimo padre, il celebre Mariano Rigillo.

Reali, autore e regista al termine dei lunghi applausi, risponde ai più curiosi in platea sulla veridicità delle tesi sostenute nei dialoghi accesi dei protagonisti ”I fatti raccontati sono veri, le date sono vere, le informazioni sono vere, per quanto possano essere sorprendenti. Io ho solo “cucito” la drammaturgia, ma quello che viene citato, sia sulla vita di Cervantes che su quella di John Florio, e di Shakespeare, è vero.”

E’ meglio una vita agiata o una vita ricca di gloria? Meglio vivere di stenti o leccare il culo a palazzo reale? Meglio metterci la faccia o continuare a nascondersi? Shakespeare vs Cervantes, la volpe e il leone appunto, agitano l’aria e il sudore (sulle tavole di via Locri 42), oltre la fama che li precede e li inseguirà per sempre.

Lo scontro tra i due giganti continua fino a domenica e non mancano interpreti femminili di carattere e bellezza, poiché il teatro è bellezza, oggi come allora.

Giuseppe Scarlato

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Segui via Email
Facebook
Facebook
Google+
http://www.corrierenazionale.net/2019/02/15/a-roma-il-duello-dei-grandi-fino-al-17-febbraio
Twitter