Cronaca

l precari dovranno svolgere attività di coordinamento su altri precari

Parla un lavoratore precario di Anpal: “Il paradosso è che noi precari dovremmo svolgere un’attività di coordinamento su altri precari. Ancora nessuno ci ha detto nulla, siamo pronti a bloccare l’avvio del reddito di cittadinanza”

 Reddito di cittadinanza, parla un lavoratore precario di Anpal: “Il paradosso è che noi precari dovremmo svolgere un’attività di coordinamento su altri precari che arriveranno e che a loro volta dovranno accompagnare i disoccupati nella ricerca di un lavoro. Ma ancora nessuno ci ha detto nulla, ciò che sappiamo lo sappiamo da quanto emerge dal dibattito pubblico. Se non ci saranno sviluppi, continueremo la nostra protesta, anche arrivando a bloccare l’avvio del reddito di cittadinanza”

Biagio Quattrocchi, lavoratore precario di Anpal Servizi, è intervenuto ai microfoni de “L’Italia s’è desta” condotta dal direttore Gianluca Fabi, Matteo Torrioli e Daniel Moretti su Radio Cusano Campus, emittente dell’Università Niccolò Cusano.

I lavoratori di Anpal, Agenzia Nazionale delle Politiche del Lavoro, coinvolta nel meccanismo del reddito di cittadinanza, chiedono di essere stabilizzati, prima che la percentuale di precari arrivi a toccare addirittura quota 94con l’assunzione di 10mila navigator. “Da quanto è stato previsto nel decreto, Anpal svolgerà una funzione centrale per quanto riguarda il reddito di cittadinanza perché assumerà i navigator e svolgerà una funzione di coordinamento degli interventi di politica attiva che verranno rivolti ai beneficiari del reddito di cittadinanza. Sembra che i 654 precari storici di Anpal dovranno svolgere attività di formazione per i navigator e persino un’attività da supervisori. Il paradosso è che noi precari dovremmo svolgere un’attività di coordinamento su altri precari che arriveranno e che a loro volta dovranno accompagnare i disoccupati nella ricerca di un lavoro. Questo è quello che emerge dal dibattito pubblico, di ufficiale non c’è nulla anche se tra poco si dovrebbe partire. Al momento non c’è ancora nulla di chiaro. Se non ci saranno sviluppi, continueremo la nostra protesta, anche arrivando a bloccare l’avvio del reddito di cittadinanza”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE