fbpx

Imprese vincenti: ecco i 5 asset da non sottovalutare per HSBC

Print Friendly, PDF & Email

n’azienda in crescita non è solo capace di fare bene il proprio business. Il successo di un’impresa è determinato da fattori diversi, dall’attenzione alle proprie risorse umane alla cura verso l’ambiente, dall’apertura alle tecnologie alla consapevolezza degli scenari internazionali. Noel Quinn, Chief Executive di HSBC Global Commercial Banking, indica cinque aspetti da non sottovalutare per dare vita a un’impresa dal business vincente e, allo stesso tempo, attenta a fattori strategici.

Attenzione al fattore umano

Il primo investimento concreto che un’azienda deve fare è quello sulle proprie risorse umane. Dal coinvolgimento alla crescita dell’azienda alla formazione continua, capace di rendere sempre il lavoratore pronto a rispondere alle esigenze di un mercato in trasformazione. Secondo le stime dell’Ocse, il 65 per cento dei bambini che oggi iniziano l’asilo, in futuro, sarà occupato in professioni e lavori che al momento non esistono. I progressi eccezionali che giorno dopo giorno compiono robotica e intelligenza artificiale stanno trasformando il mercato del lavoro, creando allo stesso tempo una discrepanza tra chi è capace di utilizzarli e chi no. Per questa ragione spetta anche alle imprese, oltre che ai Governi, dotare i propri dipendenti delle competenze necessarie per rimanere al passo con i cambiamenti tecnologici. La formazione, così, diventa una priorità anche per creare un proprio bacino di talenti.

Il talento va coltivato

Investire sulle risorse umane, poi, è anche l’unica strada utile per fidelizzarle e renderle davvero partecipi del percorso di crescita dell’azienda. Far vivere l’impresa come una vera e propria famiglia è una sfida da affrontare. Sul modello statunitense, sempre più aziende europee stanno adottando iniziative, come i party aziendali, finalizzate proprio ad accrescere il senso di appartenenza dei dipendenti. Lo stesso vale per l’immagine aziendale, che diventa parte della quotidianità dei lavoratori, anche attraverso l’adozione di gadget esclusivi e ampiamente personalizzabili, come quelli offerto da portale www.gedshop.it.

Gli altri quattro pilastri

Tornando a Quinn, oltre le risorse umane, gli altri pilastri per la crescita aziendale sono: la tecnologia, il contesto internazionalel’ambiente e la consapevolezza del proprio business. In particolare, sul primo fronte è importante partire dalla consapevolezza che la tecnologia sta trasformando i luoghi e i modi in cui i consumatori acquistano beni e servizi, come interagiscono con i brand e tra di loro e anche come le aziende producono e vendono i propri prodotti. È fondamentale, quindi, per sopravvivere nell’era della transizione digitale, essere al passo con le ultime innovazioni, pensare ai trend futuri. Sul piano internazionale, poi, è importante guardare a mercati nuovi e quello da tenere sotto controllo è senza dubbio l’Asia, che entro il 2050 conterà miliardi di consumatori appartenenti alla classe media. La ricchezza globale, quindi si sposta verso l’Oriente.

La sostenibilità come priorità

Un recente sondaggio HSBC evidenzia che un’azienda su tre sta progettando di rendere più sostenibili le proprie catene di approvvigionamento. La sostenibilità può rendere le aziende più competitive, i manager che vogliono rendere il proprio business più sostenibili possono iniziare a ripensare da chi e da dove acquistano e possono investire in fonti di energia rinnovabili. Infine, è determinante avere consapevolezza del proprio obiettivo di business. Soprattutto, è importante che le strategia ESG si integrino all’interno di questo obiettivo perché le aspettative dell’opinione pubblica e degli azionisti sono più elevate che mai, quindi le aziende devono dimostrare di generare un impatto positivo sulle condizioni economiche e sociali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Segui via Email
Facebook
Facebook
Google+
http://www.corrierenazionale.net/2019/02/19/imprese-vincenti-ecco-i-5-asset-da-non-sottovalutare-per-hsbc
Twitter