Economia e Finanza

Lavoro, dall’inizio della crisi perse 1,8 milioni di ore

Boom di contratti brevi

Il numero di occupati nel 2018 ha superato il livello del 2008 di circa 125 mila unita’. Ma rispetto a dieci anni fa si sono perse poco meno di 1,8 milioni di ore lavorate, ovvero oltre un milione di unita’ di lavoro a tempo pieno. Il rapporto elaborato da ministero del Lavoro, Istat, Inps, Inail e Anpal, evidenzia una ripresa a “bassa intensita’ lavorativa” con piu’ occupati ma per meno ore. I contratti a tempo determinato raggiungono un massimo di 3,1 milioni di occupati. In dieci anni però sono triplicate le migrazioni all’estero in cerca di lavoro. In crescita i lavoratori immigrati, disposti ad accettare “lavori disagiati e a bassa specializzazione”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE