Eventi&Spettacoli

Archivio Pacifico con Mara Maionchi

Lunghe conversazioni con persone che hanno lasciato il segno catalogate a futura memoria

Da lunedì 4 marzo su storielibere.fm

Non si sente saggia, ma “una del mestiere”. A sentirla parlare, non sembra una che lavora da sessant’anni senza sosta, perché la vulcanica e incontenibile Mara Maionchi – ospite di questo mese di Archivio Pacifico – ha più energie di una ventenne. Forse perché il suo lavoro ancora la diverte molto. 

Ha fatto la produttrice discografica per una vita e, a sessant’anni passati, ha iniziato una nuova fase della carriera in TV, come giudice di talent show. Ma il suo lavoro non è cambiato granché, sostiene Mara, perché si considera una “impiegata del talento”, adesso come in passato, quando i talenti che scovava e lanciava erano Gianna Nannini, Tiziano Ferro e tanti altri, dopo aver lavorato a lungo alla Numero Uno con Battisti e Mogol.

Oggi, che i talenti si chiamano Anastasio, che quest’anno ha portato dritto alla vittoria, vive il ruolo a X Factor come una semplice prosecuzione del suo lavoro: “Ho imparato da Lorenzo de’ Medici ad essere a disposizione del talento. La prima regola è non rovinarlo, ma dargli spazio, non cambiarlo, ma ampliarlo.” – spiega a Pacifico. La differenza è che a X Factor hai solo 8 settimane e  puoi sbagliare molto meno”, mentre prima una carriera discografica si costruiva nel tempo, anche con gli errori. E della Nannini ricorda: “L’ho aiutata a capire che non doveva innamorarsi immediatamente di ogni cosa che scriveva, ma lavorarci. Così è nato “America”“. 

Dissacrante, sarcastica, irriverente, ma anche sensibile e modesta, Mara Maionchi racconta a Storielibere il suo arrivo a Milano, una trentenne che già allora era avanti coi tempi, grazie anche a una famiglia che l’ha sempre capita non solo nelle scelte professionali, ma anche in quelle personali, come quando ha sposato un uomo di dieci anni più giovane. 

 Io non sono saggia, né modesta: sono solo una che ha mestiere” e che cerca continuamente di costruire ponti tra epoche e tendenze: “Ci sono alcuni artisti che restano attaccati al loro tempo, ma io non ho questo difetto. Il mio impegno è proprio andare avanti: l’artista si esprime nel suo tempo e bisogna comprenderlo e valorizzarlo”. 

Scrive libri – l’ultimo con Rudi Zerbi dedicato proprio al talento – ha un programma radiofonico, non si ferma mai: ora è in onda con Italia’s Got Talent dove, tutti i venerdì (la finale è il 22 marzo), ancora una volta, è a caccia di talenti.

L’ Archivio Pacifico ci immerge nella dimensione ideale dell’intervista, quella del podcast, che restituisce ogni sfumatura delle voci. Lunghe conversazioni con alcune delle personalità più interessanti e rappresentative della nostra epoca, catalogate a futura memoria.

Le voci sono quelle di persone molto brave nel loro lavoro, accolte in un’atmosfera intima, che lascia emergere dettagli di solito non raccontati.

Chi sono, che percorso hanno fatto per arrivare al successo, di cosa hanno paura e chi hanno incontrato sul loro cammino, i protagonisti del nostro tempo? 

Si indaga sulla loro identità professionale in modo quasi ossessivo, sulla passione per il proprio lavoro, gli incontri. L’archivio è il posto dove conservare le loro voci.

Hanno inaugurato l’ARCHIVIO PACIFICO due trentenni che hanno lasciato decisamente il segno: Federica Pellegrini e Zerocalcare. Dopo di loro, è stata la volta del primo chef della tv Alessandro Borghese e della giornalista Natalia Aspesi. Tutte le interviste si possono ascoltare online o scaricare gratuitamente sulla piattaforma storielibere.fm e sulle principali app di ascolto (iTunes, Google Podcast, Spreaker, Spotify etc.).

Le conversazioni XXL proseguiranno con Francesca Archibugi.

STORIELIBERE.FM – SCRITTO A VOCE

Storielibere.fm – Scritto a Voce” è un progetto di narrazione e intrattenimento che si propone di ridare centralità alla parola. Una piattaforma di podcast audio affidati a scrittori, giornalisti, divulgatori e narratori militanti, cioè autorevoli e fortemente credibili rispetto ai temi trattati. Scritto a voce significa vissuto, raccontato, trasmesso, con la qualità della buona scrittura e la capacità immaginifica di coinvolgimento della voce e dei suoni. 

I PODCAST sono file audio ottimizzati per l’ascolto su smartphone e lettori multimediali, sono disponibili gratuitamente sulla piattaforma storielibere.fm e sulle principali piattaforme multimediali (iTunes, Podcast, Google Podcast, Spreaker, Spotify etc.), sia per l’ascolto in streaming che offiline, tramite download, attraverso smartphone, smart tv, pc, tablet o smart speaker.

Le nostre storielibere possono essere ascoltate in qualsiasi momento: alla guida, durante un allenamento, durante un lavoro manuale, mentre di viaggia. Storie sempre nuove, seriali o verticali, che non richiedono l’attenzione esclusiva ma che possono regalare momenti unici di intrattenimento e approfondimento, dove e nel momento preciso in cui lo si desidera.

Le serie di storielibere.fmI nostri podcast: Morgana “Storie di ragazze che tua madre non avrebbe approvato”, dodici racconti scritti da Michela Murgia con Chiara Tagliaferri. Matteo B. Bianchi si rivolge invece agli autori con Esordienti, guida pratica per chi scrive, mentre Jacopo Pozzi, in The Owl Podcast, da voce a grandi campioni dello sport. Massimo Temporelli con F***ing genius esplora le figure che hanno hanno contribuito alla rivoluzione della specie, mentre con Vincenzo Venuto e Telmo Pievani gli animali, attraverso il sesso, ci raccontano chi siamo noi. Cronache dei ’90 di Stefano Borghi ricorda le partite che hanno marcato un’epoca. Ci sono anche Love Stories, tutte le storie sono storie d’amore, di Melissa Panarello; Romantic Italia, le parole dell’amore in 12 long playing, di Giulia cavaliere; L’audionario, percorsi musicali e geografici, di Francesco Del Gratta e presto saranno online Soli, I bambini di Osho, di Roberta Lippi; Rael, i figli delle stelle, di Ivan Carozzi; Comedians, un “podcast con lo stand-up alla fine”, di Giulio D’Antona.

Info. storielibere.fm

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE