fbpx

Tav: il Governo rinvia i bandi. Conte: Telt non fara’ gare

Print Friendly, PDF & Email

Una lettera e’ stata inviata da Palazzo Chigi alla Telt per autorizzare l’approvazione di avvisi per i 2,3 miliardi del tunnel di base della Tav con la clausola di dissolvenza. Ma si va verso un rinvio, precisa Palazzo Chigi, secondo cui i bandi “non partiranno lunedi’”. Telt annuncia: lunedi’ partono gli “inviti” per i lotti della Francia. Conte: “Telt non fara’ gare, solo attivita’ preliminari. Ridiscutere questo progetto con Francia e Ue senza perdere i finanziamenti”. Fico: il no alla Torino-Lione e’ l’identita’ M5S. Di Maio: “Questione risolta, andiamo avanti”. Salvini: “Faro’ di tutto perche’ si faccia”. Flash mob delle madamin Si’ Tav a Torino. Il Comite’ Lyon-Turin: “Ogni nuovo rinvio significherebbe uno spreco di centinaia di milioni di euro, dalla perdita dei 300 milioni di euro di fondi Ue fino alle spese legate ai ritardi nei lavori”.

Consentire di dichiarare all’occorrenza “senza seguito” una procedura di gara gia’ pubblicata, ma per cui nel frattempo siano venute meno le volonta’ politiche di procedere. Stabilisce questo la norma “dissolvente” prevista dalla legislazione francese e richiamata da Telt – il soggetto promotore della Torino-Lione – nella lettera in cui comunica al premier Conte l’intenzione di pubblicare gli ‘avis de marches’ per i lotti francesi del tunnel di base della nuova linea ferroviaria ad Alta Velocita’. La facolta’ e’ prevista nel capito 5 del nuovo codice unico degli appalti francese senza onori ne’ obblighi. Negli inviti a presentare la propria candidatura per gli interventi dei lotti francesi del tunnel di base, 57,5 chilometri tra Italia e Francia, sara’ quindi inserito un “esplicito riferimento” alla facolta’ per la stazione appaltante – in questo caso appunto Telt – di non dar seguito alla procedura. E questo “in qualunque momento”, senza che cio’ generi oneri “ne’ per la stazione appaltante ne’ per gli Stati”.

“Credo dobbiamo andare avanti con grande senso di responsabilità. Questo paese ha bisogno di un po’ di tranquillità, non possiamo pensare che ci sia sempre la narrazione delle crisi di governo, ‘andiamo fino in fondo, vediamo chi ha la testa più dura’, questo è folklore. Io ce la metterò tutta per portare avanti questo governo, per far rispettare il contratto di governo e per dare tranquillità agli italiani. E non creare sempre tensione. Questo è un atteggiamento di governo che il M5s, prima di tutto, dovrà avere sempre di più”. Così in un post su Facebook il vicepremier Luigi Di Maio, dopo la schiarita sulla Tav all’interno del governo giallo-verde grazie al rinvio dei bandi per i lavori dell’opera.

“Sul Tav Torino-Lione il Governo salvaguarda in pieno gli interessi degli italiani e rispetta il contratto di Governo, secondo cui l’opera andra’ integralmente ridiscussa – dopo decenni di blocco dei lavori per colpa dei cosiddetti “professionisti” della politica – senza vincoli giuridici ulteriori per il nostro Paese”: lo afferma su Facebook il ministro delle Infrastrutture e Trasporti Danilo Toninelli. “Adesso andiamo avanti sulle vere priorita’ infrastrutturali del Paese e sui cantieri ereditati in condizione di stallo che stiamo riattivando, cito soltanto la Quadrilatero Marche-Umbria per fare un esempio. Lunedi’ avremo novita’ belle e importanti da raccontare per il nuovo ponte di Genova e stiamo per far ripartire opere decisive, dal Piemonte alla Sicilia, che la vecchia politica ci ha lasciato in stato di impasse”.

“Non decidere significa isolare il nostro Paese e perdere centinaia di milioni di euro”. Cosi’ il presidente del Parlamento europeo Antonio Tajani, commenta aTgcom24 il rinvio dei bandi. “E’ mancato il coraggio di fare una scelta. Raccoglieremo le firme per il referendum: la Tav e’ necessaria, serve a creare lavoro. Questo governo non crea lavoro, sta facendo il reddito di cittadinanza che non sara’ utile per i cittadini italiani. In nove mesi non hanno fatto nulla di utile per il nostro paese”, ha aggiunto Tajani.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Segui via Email
Facebook
Facebook
Google+
http://www.corrierenazionale.net/2019/03/10/tav-il-governo-rinvia-i-bandi-conte-telt-non-fara-gare
Twitter