fbpx

Riana Nainggolan a centro campo per il team Building Medicina e Sport

Print Friendly, PDF & Email

BARI – Il sole ha accolto medici e pazienti, arrivati al centro sportivo Di Palo di Bari per partecipare al “Team building Medico Sportivo” mirato a coinvolgere e a creare squadra tra gli attori della professione sanitaria. Mettere in campo competenze scientifiche e sport, empatia e relazioni umane eccellenti per migliorare la qualità del servizio sanitario a netto vantaggio di tutti.

A sposare il binomio calcio – salute, proposto dal progetto “Team building Medico sportivo”, ideato da Morena Rombolà, Riana Naiggolan, diventata testimonial di eccezione e preparatore atletico per questo singolare ed efficace format progettuale.

La partita, è il caso di dirlo, si è svolta in due tempi. Il primo dedicato all’ importanza dell’ attività fisica in medicina, con una relazione tenuta dal dott. Vincenzo Contursi, medico di medicina generale specialista in cardiologia, e al valore del fare team con una carrellata di slide curate dal dott. Giuseppe Muccari dirigente della Medicina generale e dirigente responsabile sos di reumatologia del Pugliese Ciaccio di Catanzaro, per poi scendere in campo con le magliette dell’ Associazione Calma Calabria e dell’ Associazione familiari cardiopatici.

Gruppi sportivi del luogo, componenti e volontari delle due associazioni arrivate a Bari con le rispettive presidenti, Luana Maurotti e Maria Carmela Tarsitano, hanno messo in pratica, non la competizione ma l’ armonia, del creare ed essere squadra, con il privilegio di avere, a turno, tra le fila loro formazioni la campionessa Riana Naiggolan, gemella del calciatore dell’ Inter, e difensore titolare del Fondi con il suo inseparabile 55 sulla schiena.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Segui via Email
Facebook
Facebook
Google+
http://www.corrierenazionale.net/2019/03/16/riana-nainggolan-a-centro-campo-per-il-team-building-medicina-e-sport
Twitter