Cronaca

M5s: arrestato De Vito per lo stadio della Roma. Di Maio lo caccia

Il presidente dell’assemblea capitolina accusato di corruzione: avrebbe favorito i piani del costruttore Parnasi in cambio di tangenti per 400mila euro. Altre tre persone in manette. La sindaca Raggi: “Vado avanti fino in fondo per la legalita’”. Gli inquirenti: As Roma estranea ai fatti.

“Avanti compatti, abbiamo un progetto comune”. Questo in sintesi l’appello che, a quanto si apprende, la sindaca di Roma Virginia Raggi ha fatto alla sua maggioranza nella riunione di questa sera dopo l’arresto del presidente Marcello DeVito. “Chi sbaglia paga”, ha ribadito Raggi. Nella riunione i consiglieri di maggioranza avrebbero condiviso lo stupore per quanto accaduto e starebbero parlando ora di come organizzarsi per il futuro.

“Il progetto dello stadio della Roma e’ complesso. Dopo oltre un anno e mezzo pensare che ci siano degli atti viziati e’ molto difficile, come ripete il pm di Roma. Sulla procedura non ci possono essere dubbi, noi non come societa’ abbiamo diritto a vederlo realizzato”. Cosi’ il vicepresidente della Roma, Mauto Baldissoni, dopo l’arresto del presidente dell’assemblea capitolina, Marcello de Vito, in un’inchiesta su appalti di alcune opere. “Non vediamo motivi per un rallentamento del progetto”, aggiunge il dirigente.

“Ogni tanto il presidente Pallotta fa delle valutazioni che possono portarlo in qualche modo a dubitare della opportunita’ di dover attendere tanto tempo e di dover affrontare tante difficolta’ ma e’ determinato ad andare fino in fondo” col progetto del nuovo stadio della Roma a Tor di Valle, ha detto ancora Baldissoni, intervistato da Sky Sport24 in merito all’indagine ‘Congiunzione astrale’ che si concentra sulle condotte corruttive e il traffico di influenze illecite per la realizzazione di alcune opere. “Dobbiamo ringraziarlo come cittadini romani, non solo come tifosi. Lui e i suoi investitori hanno creduto e continuano a farlo nella citta’. Si parla di piu’ di un miliardo di investimenti”, prosegue. “Abbiamo fatto nelle ultime settimane un lavoro molto consistente col Comune per completare gli ultimi atti che mancano per arrivare alla votazione della variante urbanistica – spiega Baldissoni -. Gia’ ad aprile potrebbe essere pronta tutta la documentazione che serve per l’approvazione, e quindi ci aspettiamo che il Comune mantenga questa linea”.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE