AttualitàBenessere

Sigarette elettroniche: come possono aiutare a smettere di fumare

Le sigarette elettroniche sono da tempo piuttosto diffuse, in Italia e all’estero. Non tutti i governi nazionali hanno accolto questa innovazione allo stesso modo, tant’è che sia la distribuzione che la commercializzazione delle e-cigarettes varia a seconda degli ordinamenti di ciascun paese. In generale, i prodotti per il consumo di tabacco vaporizzato (spesso abbinato a sostanze aromatiche), viene considerato come un buon deterrente per chi vuole smettere di fumare. Per molti tabagisti, il primo passo verso la completa cessazione è ‘passare’ alle sigarette elettroniche, i cui effetti per la salute sono decisamente meno dannosi rispetto ai prodotti da combustione.

L’effetto deterrente delle sigarette elettroniche

Le e-cigarettes vengono considerate più sicure rispetto a quelle tradizionali perché non prevedono che il tabacco venga bruciato (è la combustione di quest’ultimo ad essere maggiormente associato all’insorgenza di tumori); inoltre, come accennato possono essere uno strumento in grado di aiutare chi decide di smettere di fumare ma non in maniera drastica.

A supporto di questa tesi vi sono i dati diffusi dal Public Health England, il corrispettivo inglese del Ministero della Salute. Secondo la PHE, ogni anno l’utilizzo delle sigarette elettroniche aiuta circa 20mila persone a smettere completamente di fumare. In aggiunta, uno studio pubblicato dal New England Journal of Medicine testimonia come le e-cigarettes sono più efficaci, rispetto ai metodi tradizionali, nel contribuire alla totale cessazione del consumo di tabacco.

In un’intervista concessa a Repubblica, Riccardo Polosa, direttore del Centro per la Riduzione del Danno da Fumo dell’Università di Catania ha sottolineato che “le sigarette elettroniche sono lo strumento più efficace per abbandonare il tabacco o smettere del tutto di fumare mentre i prodotti medici, come i cerotti alla nicotina, non hanno lo stesso successo perché non incoraggiano il fumatore a smettere”. La maggiore efficacia sarebbe dovuta al fatto che, passando da una sigaretta a combustione ad una elettronica, il fumatore non rinuncia alla gestualità che gli è più tipica e questo rende la transizione meno traumatica.

Pelosa ha poi aggiunto che i dispositivi non sono del tutto esenti da rischi ma spesso le ricerche di settore tendono ad enfatizzare i possibili aspetti negativi in luogo di quelli positivi basandosi su dati raccolti con modalità di utilizzo delle e-cig diverse da quelle reali. Il problema principale, che sta emergendo soprattutto negli Stati Uniti, è la rapida diffusione delle sigarette elettroniche presso un pubblico estremamente giovane.

Il mercato delle sigarette elettroniche in Italia

Le sigarette elettroniche rappresentano un fenomeno piuttosto recente e in rapida espansione. Gli studi a riguardo sono numerosi, e molti di questi provengono dagli Stati Uniti. Nessuno di questi, però, ha individuato con esattezza ed in maniera inconfutabile gli effetti a lungo termine dell’utilizzo del tabacco vaporizzato sulla salute umana. Pur con le dovute cautele, resta il fatto che consumare tabacco per combustione sia molto più dannoso, come dimostrato scientificamente già da tempo.

In Italia, le misure antifumo consistono soprattutto nel divieto di fumare nei luoghi pubblici e in altre aree ‘sensibili’ (come ad esempio i reparti neonatali ed ostetrici degli ospedali). È possibile, in molti casi, aggirare tali divieti optando per una sigaretta elettronica, laddove non sia specificatamente vietato il suo utilizzo. Anche per questo motivo, in Italia la diffusione delle e-cigarettes sta crescendo, anche se la maggior parte dei fumatori è ‘duale’, ossia cede di tanto in tanto al richiamo del tabacco bruciato. Ad ogni modo, per chi volesse abbandonare le sigarette classiche e passare alle elettroniche, l’offerta non manca di certo: Vaporoso e altri rivenditori specializzati offrono la possibilità di acquistare i dispositivi per la vaporizzazione, le ricariche di liquido, le batterie per la sigaretta elettronica e altri accessori.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE