fbpx

Revenge porn, bagarre alla Camera

Print Friendly, PDF & Email

La capigruppo della Camera ha deciso di interrompere, fino a martedì 2 aprile, l’esame del ddl per la tutela delle vittime della violenza domestica e di genere. Il cammino del provvedimento si è arenato per tutta la giornata, sull’esame dell’emendamento (presentato dalla deputata di Fi, Federica Zanella), che intendeva introdurre nella legge le norme per la prevenzione e la repressione del fenomeno del revenge porn. I lavori dell’aula riprenderanno proprio dal punto in cui sono stati interrotti oggi, ovvero dal voto sull’emendamento Zanella, sostenuto dai gruppi d’opposizione, osteggiato invece da Lega, ma ancora di più dal M5S, che ha presentato oggi al Senato un ddl proprio sul fenomeno del revenge porn.

Alla Camera la seduta è stata sospesa dopo che le deputate di Forza Italia hanno occupato i banchi del governo, seguite poi da FdI, Pd e Leu. A scatenare la bagarre proprio il rifiuto da parte della maggioranza di accettare la proposta avanzata da FI di accogliere nel provvedimento l’emendamento Zanella.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Segui via Email
Facebook
Facebook
Google+
http://www.corrierenazionale.net/2019/03/28/revenge-porn-bagarre-alla-camera
Twitter