fbpx

Celebrazioni su Leonardo in Basilicata.Museo delle  antiche genti di lucania

Print Friendly, PDF & Email

Leonardo da vinci  a cinquecento anni dalla morte.La sua  personalita’ , la sua  scuola, le sue macchine,   i suoi codici….. 

NELL’AMBITO DELLE CELEBRAZIONI DEL CINQUECENTENARIO DELLA MORTE DI LEONARDO. Il  Museo  di  Vaglio Basilicata, già custode di studi sul genio  vinciano  e  della  celebre  “TAVOLA LUCANA”  (attualmente in mostra  a Madrid ) apre le porte  ad una nuova scoperta : un dipinto  raffigurante una Madonna  con Bambino  e  San  Giovannino (olio  su tavola 44,7 x 34,8 ) attribuita  al fedele  seguace  del Vinci   BERNARDINO LUINI. Un opera  questa che la storia  menziona per l’ultima volta  nelle  “Raccolte  Messinesi “ del  grande   studioso  vinciano  GUSTAVO  FRIZZONI, E  RITENUTA PERDUTA   a  seguito  del sisma del 1908.    Oggi , dopo più  di cento  anni questo   capolavoro dell’arte  lombarda  riemerge  dalla  coltre di un restauro, mal fatto, che ne impediva  la vista e  torna  alle attenzioni della critica , per presentarsi, appena restaurato, tra le meraviglie degli insegnamenti di Leonardo. La presentazione  di questo prezioso dipinto, costituisce  senza dubbio una delle maggiori manifestazioni artistiche promosse nel  meridione d’Italia e  si  configura  come un momento di significativo interesse per  la ricerca  su Leonardo  e  la sua  Arte-

DOMENICA  7 APRILE, alle  ore  10.00 verrà  esposta  tale meraviglia  in    questo  MUSEO  DELLE ANTICHE GENTI DI LUCANIA,      con    la presenza di un importante    collezione di ben 75  delle  sue macchine.

75 MACCHINE  fedelmente riprodotte, dai progetti, dagli schizzi, alle minute, sino ad un viaggio  nella mente del GENIO DI LEONARDO, tutto  nella più grande mostra permanente del Sud Italia.

Ben 75  MACCHINE  ricostruite da prestigiosi ed abili artigiani, coadiuvati da esperti ingegneri, rappresentano  un repertorio impressionante delle invenzioni leonardesche: il carro armato, la bicicletta, i cuscinetti a sfera, il guanto palmato e le notissime  macchine volanti. La  mostra costituisce l’espressione di un ingegno estroverso, che spazia in molteplici  campi . 

E  non mettendo  assolutamente in discussione    il valore di  Leonardo da  Vinci  come Pittore ed artista, in  questo incontro   verranno ampliati argomenti  dallo Storico dell’arte , NICOLA BARBATELLI, sull’ eredità di  Leonardo nelle  sue scuole, mostrando un’opera , concessa  da un privato, di  BERNARDINO LUINI, una vera  chicca, poco studiata.

Dall’ ing. GIANNI  GLINNI    Presidente  dell’ACCADEMIA  DEL RINASCIMENTO   che parlerà   di   Leonardo e il  Nulla..

Dalla  Storica  dott.ssa  MARIA CATALANO  che  amplierà il discorso sul  valore dei  CODICI e sulla ricca eredità lasciataci.

A  condurre i vari  interventi un moderatore  d’eccezione  il dott. VITO  PALUMBO ,scrittore e responsabile  per le relazioni esterne dell’ Acquedotto Pugliese.     

 Un museo, tra l’atro inserito in un Borgo Altomedioevale, ricco di  Cimeli, pietre di riutilizzo ed opere d’Arte nelle sue numerose Chiese .  Nonche’  di derivazione  dalla piu’ antica  civilta’  di   SERRA  DI VAGLIO databile  all’VIII secolo  A.C. , quando  ROMA  non era neppure un’idea.

La Direzione del Museo, in collaborazione con il Sindaco e con la sua curatrice  Storica dell’Arte (che da molti  anni , promuove la conoscenza dei borghi dal sud, ed e’ stata già operativa , proprio su Vaglio)  hanno poi  previsto  come  gadget,  UN CALENDARIO CELEBRATIVO.

Sembra  banale, ma veicolare in molte case e scuole italiane, tale  Calendario con immagini esplicative  delle macchine Leonardesche , sicuramente produrrà  una maggiore conoscenza .

 Conoscenza anche delle strutture logistiche e di ristoro  di cui Vaglio  dispone e che  daranno disponibilità ed accoglienza a  quanti vorranno visitare Vaglio Basilicata, il suo Museo, il suo Borgo e Chiese, e fermarsi per poi visitare i ricchi scavi del Monte  Serra e l’area religiosa  di  Rossano.

Notevoli anche i suoi agriturismi  COSTA  SAN BERNARDO ,e LA DIMORA DEI CAVALIERI, che offrono una molteplice varietà di prodotti ecologici, espressamente utilizzati  nei loro nenù, promossi  da prestigiosi  Gourmet , e commercializzati anche all’estero.  Le strutture ricettive per il soggiorno, e altre realta’ dove poter sempre gustare prodotti esclusivamente artigianali.

Perche’ non far conoscere questa realta’ turistica-artistica e gastronomica un po’ a tutti? 

Maria Catalano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Segui via Email
Facebook
Facebook
Google+
http://www.corrierenazionale.net/2019/04/05/museo-delle-antiche-genti-di-lucania
Twitter