Interviste & Opinioni

Il diavolo non c’entra con la strage nello Sri Lanka

«Qualche mese fa un uomo di governo aveva associato il cambiamento climatico al demonio, e avevo trovato risibile l’accostamento. Qualche settimana fa, a proposito di una innocente scenetta a Sanremo, c’è stato chi ha invocato Satana. Ma questa volta è diverso. In questo caso non posso fare a meno di nominare il diavolo. Che, ovviamente, si serve di uomini in carne ed ossa. I cattolici, in Sri Lanka, non sono protagonisti dei poteri finanziari, non rappresentano la classe politica né sono a capo di alcuna tensione sociale particolare. Nel cercare i moventi si brancola nel buio perché non pare esserci alcuna ragione per scegliere di seminare strage nelle chiese dello Sri Lanka il giorno di Pasqua. Ma forse, questa volta, se non si va troppo lontano da Chi è stato sconfitto dalla Resurrezione di Cristo, non si va troppo lontano dalla verità».
E’ la conclusione di un articolo di don Mauro Leonardi, apparso su ilsussidiario.net del 22 aprile. Riguardo alla dichiarazione assurda di Cristinao Ceresani, scrivevo il 17 marzo: «Stando al Vangelo, ma anche al buon senso e alla ragione, il diavolo dovrebbe avere tutto l’interesse a non far soffrire nessuno su questa terra, a non far patire di fame nessuno, a non far piangere nessuno. Il suo compito, sempre col permesso di Dio secondo quanto afferma la Chiesa, dovrebbe essere di far soffrire all’inferno e non in questo mondo i grandi peccatori mai pentiti. Il diavolo, essendo furbo, dovrebbe spingere gli uomini a godere, a vivere nel lusso, a darsi ai piaceri e non a soffrire. Il diavolo immaginato  da Cristiano Ceresani, causa di sconvolgimenti climatici e di conseguenza della sofferenza d’innocenti su questa terra, è un diavolo sciocco. Ma se è già difficile credere in un diavolo furbo, come si può credere in un diavolo cretino?»
Lo stesso ragionamento può essere fatto, riguardo al diavolo immaginato da don Mauro. I terroristi suicidi hanno fatto una strage d’innocenti che stavano pregando in chiesa. Innocenti che il Signore dovrebbe avere accolto in paradiso a braccia aperte. Ora, che interesse potrebbe avere il diavolo a spedire in paradiso tanti cristiani in un colpo solo? Solo un diavolo cretino potrebbe agire in questo modo, ma il diavolo per sua natura non può essere cretino. Avrà avuto interesse ad indurre i terroristi a compiere il male, e quindi si sarà portato all’inferno almeno questi? Difficile.  I terroristi suicidi sono degli imbecilli persuasi di compiere il volere di Allah, persuasi di fare il bene e non il male, e quindi il Signore non dovrebbe permettere al diavolo di portarseli all’inferno, giacché compiono il male senza rendersene conto.
E’ evidente che il diavolo non ha nulla da spartire con la strage, sempre che non sia completamente stupido.
Renato Pierri     

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE