fbpx

Google paga 306 milioni di euro, pace con il fisco italiano

Cronaca

ORLANDI, OPERAZIONE STRAORDINARIA, BASE PER IL FUTURO

Google versera’ al fisco italiano 306 milioni di euro. E’ l’esito dell’accordo raggiunto oggi con l’Agenzia delle Entrate. Dal punto di vista penale in Procura a Milano mesi fa e’ stata chiusa un’ inchiesta per una presunta evasione fiscale a carico di alcuni manager del gruppo. L’azienda, ha detto un suo portavoce, ha raggiunto l’accordo “per risolvere senza controversie le indagini relative al periodo tra il 2002 e il 2015”. L’operazione con Google ‘rappresenta – per Rossella Orlandi, responsabile delle Entrate – un passo avanti fondamentale nella strategia di lungo periodo che stiamo perseguendo’.

Google e Agenzia delle Entrate hanno trovato un accordo per chiudere il contenzioso tra la societa’ Usa e il fisco italiano. Questa mattina – dopo un anno di trattativa – e’ stato firmato il verbale di accertamento con adesione da parte dei rappresentanti del colosso statunitense e quelli delle Entrate che prevede il pagamento di 306 milioni di euro. “Google e l’Agenzia delle Entrate hanno raggiunto un accordo per risolvere senza controversie le indagini relative al periodo tra il 2002 e il 2015”, ha spiegato un portavoce di Google. “In aggiunta alle tasse gia’ pagate in Italia per quegli anni, Google paghera’ altri 306 milioni di euro. Di questi, oltre 303 milioni sono attribuiti a Google Italy e meno di 3 milioni a Google Ireland” ha specificato, sottolineando che “Google conferma il suo impegno nei confronti dell’Italia e continuera’ a lavorare per contribuire a far crescere l’ecosistema online del Paese”. Le parti, inoltre, hanno avviato un dialogo per il futuro, per discutere un Apa, advanced priced agreement.”L’operazione conclusa oggi con Google rappresenta un passo avanti fondamentale nella strategia di lungo periodo che stiamo perseguendo grazie a un grande lavoro di squadra, svolto insieme alla Guardia di Finanza e alla Procura di Milano”. È quanto ha sottolineato il direttore dell’Agenzia delle Entrate, Rossella Orlandi commentando l’accordo con il colosso del web. “Abbiamo conseguito un risultato straordinario non soltanto per l’ingente valore delle somme riportate nelle casse dello Stato attraverso l’accertamento con adesione siglato oggi, ma anche per i risultati che verranno. Quest’accordo – aggiunge la Orlandi – ci ha, infatti, consentito di aprire un dialogo con Google che si è impegnata ad attivare una procedura di ruling (Apa), secondo le regole Ocse, per tassare i proventi prodotti nel nostro Paese”. “Un grazie a tutti i colleghi che ancora una volta – conclude – hanno svolto un lavoro egregio e che rappresentano per noi, e per tutta la PA italiana, un’eccellenza e un motivo di grande orgoglio”.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE