fbpx

Il Rocky Balboa di Milano

Cronaca

Tre ingredienti: 1)Partire dal basso con poco; 2)sopportare una gran dose di sacrifici, battaglie e lavoro; 3)avere grinta,fantasia e tenacia da vendere! Mischiare e amalgamare bene i tre ingredienti per la durata di una vita,  et voilà, ecco a voi: Il successo!

Eugenio Zovich, presidente della Gastrounion (http://www.gastrounion.com/) è partito dal basso, dal nulla , per costruirsi questo meraviglioso traguardo, e ricordiamoci che anche i grattacieli, che con le loro vette sfavillanti scintillano fieri nel cielo tra le stelle, si iniziano a costruire dal basso, dalle fondamenta, e se queste vengono “cementate” dall’entusiasmo e dalla tenacia, queste fondamenta diventeranno ben salde e resistenti ad ogni difficoltà e turbamento. Una storia non facile per il nostro caro amico Eugenio Zovich, il quale però ha saputo prendere -senza mai mollare- tutte le difficoltà incontrate durante il cammino e trasformarle in qualcosa di meraviglioso per lui e per gli altri! Eugenio Zovich ha 76 anni; di Milano; a 21 anni giunge a Bingen am Rhein, una città nella Renania-Palatinato (Rheinland-Pfalz), Germania; ha studiato Psicologia e Filosofia presso la Goethe-Universität Frankfurt e ora vive a Fiume in Croazia! Diamo una breve occhiata, anzi, un piccolo “assaggio” tanto per rimanere in tema con le metafore della gastronomia, alla biografia del nostro caro connazionale all’estero, Eugenio: 

Un cenno biografico del presidente Eugenio Zovich (tratto da: http://www.gastrounion.com/altri/presidente.htm )

A 14 anni mi trovai confrontato per la prima volta con la vita lavorativa come “fatutto” in un bar tabaccheria dietro al duomo di Milano. 
Lavoravo come barista, lavastoviglie, carico e scarico merci, pulizie generiche ecc. ecc. dalle 7°° del mattino alle ore 14°°. A 21 anni, subito dopo il servizio nella marina militare, ritornai a Milano, mi licenziai dalla Edison, presi il primo treno in partenza diretto in Olanda ed arrivai ad Amsterdam. 
Con il piccolo capitale della liquidazione come supporto finanziario non potevo permettermi grandi spese per cui decisi di risparmiare il piu possibile cercando subito una occupazione qualsiasi.
Le prime due notti dormii in un ostello per i giovani. 
Non trovando ancora lavoro e per risparmiare di piu decisi di pernottare sotto uno dei tanti ponti di Amsterdam in compagnia di gente abituata a vivere in quel modo. 
Gente brava e cordiale, mi avevano offerto di mangiare, bere e cantare con loro … Ogni tanto saltavano fuori da qualche parte grossi ratti che di tanto in tanto frecciavano velocissimi da una parte all’altra raccogliendo in corsa i pezzettini di pollo arrostito e patatine fritte che gli buttavamo. 
Un’esperienza unica ma sicuramente irrepetibile. 
Diverse volte avrei voluto ritornare a casa, ma la mia decisione era stata irreversibile : volevo a tutti i costi fare esperienza maturando sotto ogni aspetto caratteriale raggiungendo autonomia finanziaria. 
Come figlio unico sono sempre stato coccolato dai miei genitori, ma questo frenava e a volte anche bloccava il mio autonomo sviluppo mentale. 
Mi ero reso ben conto che le comodita e i vantaggi avuti nel vivere con i genitori potevano precludere una visuale piu ampia e piu corretta della vita reale. 
Il servizio militare di 2 anni mi aveva aperto gli occhi … decisi di viaggiare e vedere il mondo. 
Fortunatamente trovai lavoro scaricando sacchi di patate dai battelli che trasportavano alimentari e merci di ogni genere usando i canali di Amsterdam, migliorando sempre piu la qualita della mia vita. 
Trovai un alloggio privato … trovai altri lavori sempre meglio retribuiti cercando sempre di migliorare la mia situazione guadagnando sempre meglio nel settore della gastronomia e alberghiera. 
Quel periodo iniziale della mia vita non l’ho mai dimenticato … ho sempre pensato che mi sarei risparmiato tanti disagi se fossi partito da Milano avendo gia in tasca l’indirizzo del posto di lavoro con vitto e alloggio subito offerti all’arrivo. 
Meglio ancora se avessi gia parlato via telefono con il datore di lavoro ancora prima di partire. 
Meglio ancora se il datore di lavoro mi attende alla stazione o all’aeroporto d’arrivo.
Da qui nacque l’idea nel 1990 a Francoforte sul Meno, Germania, di realizzare l’associazione GASTROUNION (associazione internazionale imprenditori della gastronomia italiana). 
Dall’anno 2000 la GASTROUNION si e trasferita a New York, USA.

Ecco, come già anticipato prima, “non tutti i mali vengono per nuocere” ed Eugenio ha saputo trasformare le sue difficoltà in opportunità per sé e per gli altri! Che grande cosa, nonostante tutte le difficoltà, nonostante tutte le battaglie che ha vinto, Eugenio non si ferma mai e vuole aiutare gli altri, altri con una storia simile alla sua, affinché loro possano partire avvantaggiati e avere, appunto, quei vantaggi e benefici che Eugenio non ha avuto…e cosi nasce Gastrounion (http://www.gastrounion.com/) :

Scopo dell’associazione Gastrounion: (tratto da: http://www.gastrounion.com/altri/scopo.htm)

Lo scopo dell’associazione è quello di dare lavoro tempestivo a chi lo cerca e il personale giusto al datore di lavoro che ne ha bisogno.

Per chi cerca lavoro entro breve tempo con vitto e alloggio la GASTROUNION mette a disposizione posti di lavoro offerti dai datori di lavoro disponibili in un determinato momento.
Con ca. 3000 gastronomi associati che operano in tutti i continenti i posti di lavoro non mancano mai per 365 giorni all’anno.
Il reperimento tempestivo del posto di lavoro assume un carattere vantaggioso ed inestimabile per chi cerca lavoro in considerazione alla piena occupazione senza periodi di inattività lavorativa

La GASTROUNION assiste i gastronomi titolari di esercizi pubblici tipo hotels, ristoranti e gelaterie ad avere un valido supporto per tutto ciò che riguarda il settore specifico e cioè :
– mediazione per il reperimento tempestivo di personale
– mediazione per cessione (vendita o affitto) di esercizi pubblici
– mediazione per la ricerca (acquisto o gestione) di esercizi pubblici

La GASTROUNION è particolarmente ben organizzata per il reperimento tempestivo di personale.
E’ comunque necessario mettere a disposizione un alloggio in quanto il personale in genere viene fuori zona.
Abbiamo inoltre notato che se il personale usufruisce dell’alloggio messo a disposizione del datore di lavoro si ottiene automaticamente più fedeltà nel tempo di impiego contrariamente al personale che ha un appartamento autonomo nelle vicinanze del posto di lavoro.
I vantaggi reciproci che si hanno dalla nostra assistenza sono enormi : il datore di lavoro riceve il candidato giusto ricercato e trovato forse proprio nelle sue vicinanze oppure anche da qualche altra parte in Europa o forse anche in un altro continente come il sud o nordamerica oppure forse anche in Australia ecc.

Quante volte abbiamo dato un posto di lavoro ad un ragazzo italiano che da New York oppure dal Canadà o anche dall’Argentina chiedeva di rientrare in Europa e quante volte abbiamo assegnato un posto di lavoro ad un candidato che si trovava a pochi chilometri da un datore di lavoro che ne aveva urgentemente bisogno.
Naturalmente … nessuno è perfetto … per cui non è facile accoppiare gli esseri umani in quanto il fattore professionalità non è il solo requisito per poter avere una buona e costante relazione di lavoro fra dipendente e datore di lavoro ma … la GASTROUNION offre il servizio di assistenza nella sostituzione immediata e cioè : il candidato riceve subito un altro posto di lavoro e il datore di lavoro riceve un altro candidato.
I posti di lavoro vengono assegnati gratuitamente.
Con questo sistema la parola “licenziamento” viene sostituita dalla parola “spostamento” : nessuno viene licenziato e nessuno si licenzia,
il personale lavora senza avere periodi di disoccupazione … il datore di lavoro ha sempre personale a disposizione.
In ogni caso … il candidato che parte può in ogni momento richiedere assistenza alla GASTROUNION via Internet utilizzando il nostro cellulare di emergenza per potergli mandare l’indirizzo di un nuovo posto di lavoro con un SMS oppure mandare un’ E-mail alla GASTROUNION comunicando un indirizzo E-mail con ev. anche un numero di telefono dove poterlo anche subito contattare.

In ogni parte del mondo si trovano linee Internet come per esempio in tutti gli aeroporti e stazioni ferroviarie così come anche in appositi negozi adibiti anche a caffetterie, ma anche ogni pensione o hotel possiede la linea Internet per cui diventa estremamente facile trasmettere un E-mail alla GASTROUNION con la richiesta di assistenza per la ricerca di un nuovo posto di lavoro. Per trovare il sito Internet della GASTROUNION basta inserire in un qualsiasi motore di ricerca la parola “GASTROUNION”. 

Ma il repertorio del nostro caro Eugenio non finisce di certo qua! Su Facebook Eugenio fornisce “temi di psicologia e filosofia che trattano la Realtà della Vita nel modo più semplice e neutrale.

Temi che spiegano come funziona la vita nelle diverse inaspettate situazioni che la vita stessa ci riserva …” (https://www.facebook.com/eugenio.zovich.9) e su Youtube  ci sono i suoi simpaticissimi e profondi “video e racconti a viva voce sui saggi di psicologia e filosofia di vita e altro …” (https://www.youtube.com/results?search_query=Eugenio+Zovich). Eugenio Zovich è il tipico esempio di talento italiano all’estero che non solo si è dato da fare per sé stesso, ma anche per aiutare e cambiare gli altri, per lanciare dei messaggi che, se ben recepiti, possono cambiare il proprio punto di vista e sprigionare una forza interiore che spesso e volentieri si dimentica di possedere! Tutti noi siamo degli esseri unici e meravigliosi, dobbiamo solo scegliere di esserlo,

NONOSTANTE tutte le difficoltà che ci vogliono buttare giù e rendere tristi. NOI dobbiamo DECIDERE di VINCERE! « Nessuno può colpire duro come fa la vita. Perciò andando avanti non è importante come colpisci, l’importante è come sai resistere ai colpi, come incassi e se finisci al tappeto hai la forza di rialzarti! Così sei un vincente! » (tratto dal film Rocky Balboa)…e proprio questo sembra, voglia dirci Eugenio! Grazie Eugenio, grazie per la tua storia!

Vincenzo Amendolara


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE