fbpx

Il bimbo nato con la spirale in mano

Cronaca

La spirale è stata messa in mano al bimbo dopo che era nato per fare uno scatto divertente, la mamma è rimasta incinta pur avendola usata, ma succede in meno di un caso su cento.

l piccolo Dexter è stato così fotografato il giorno che è nato, stringendo appunto la spirale che la mamma aveva usato come metodo contraccettivo. La foto è vera, ma è solo una piccola messa in scena. È vero che la mamma è rimasta incinta pur avendo usato quella spirale, ma non è vero che il bimbo sia nato stringendola tra le manine come invece tanti sono stati portati a credere guardando la foto e i blog che la postano.

In realtà la spirale è stata recuperata dai medici dietro la placenta e messa in mano al bimbo da un’amica della mamma che ha ritenuto potesse fare una foto divertente. Peccato che siano tantissime la mamme convinte che lo scatto mostri invece il bimbo uscito dalla pancia stringendo così la spirale.

Vediamo di capirci, la spirale è un metodo contraccettivo sicuro in oltre il 99% dei casi, lo dice la scienza, lo dicono i medici, ma appunto non è il 100%, può succedere che non funzioni, e lo specificano i produttori stessi:

Mirena is a hormone-releasing IUD that is over 99% effective at preventing pregnancy for as long as you want, for up to 5 years. Mirena is recommended for women who have had a child. Mirena also treats heavy periods in women who choose intrauterine contraception.

Su Live Science viene spiegato che:

…the IUD can slip partly or completely out of the uterus, which happens in about 5 percent of users during the first year, ACOG said. This is most likely to occur soon after the device is inserted, and if this happens, a woman can get pregnant. Mirena advises its users to check about once a month to see if the device is in the right place. Women can do this by feeling for the threads attached to the device that extend down from the uterus into the top of the vagina.

… la spirale può scivolare parzialmente o completamente fuori dell’utero, e avviene in circa il 5 per cento di utenti primo anno, ha spiegato ACOG (l’associazione americana di ostetriche e ginecologi). Questo è più probabile che si verifichi subito dopo aver inserito il dispositivo, e se questo accade, una donna può rimanere incinta. Mirena (il produttore della spirale sotto esame) consiglia ai propri utenti di controllare circa una volta al mese per verificare se il dispositivo è al posto giusto. Le donne possono farlo sentendo i fili collegati al dispositivo che si estendono dall’utero verso il basso fino alla parte superiore della vagina.

Condividere la foto dando a intendere che il bimbo sia nato con la spirale in mano, quasi come messaggio divino contro i contraccettivi, è sciocco, perché la foto è appunto una messa in scena. La mamma di Dexter non aveva alcuna intenzione di diventare un simbolo contro la contraccezione, ma voleva solo raccontare la sua storia con una foto che riteneva divertente, purtroppo non tutti l’hanno capita.

Qualcuno direbbe che se non si vuole rimanere incinte l’unica cosa da fare è l’astinenza, io ritengo che la contraccezione sia invece un’invenzione moderna che rende le donne libere. Ma è importante ricordare che la spirale protegge sì dalla gravidanza (nel 99% dei casi) ma non dalle malattie sessualmente trasmissibili, quindi suggerisco di usare il profilattico ogni volta che avete un possibile rapporto a rischio con un soggetto che magari non conoscete alla perfezione.

maicolengel at butac punto it


One Reply to “Il bimbo nato con la spirale in mano”

  1. viagra online ha detto:

    viagra online

    WALCOME

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE