fbpx

Obama a Milano in visita al Cenacolo di Leonardo

Cronaca

. Clima: ‘Usa e cina diano buon esempio’

L’impegno di Barack Obama dopo aver lasciato la Casa Bianca e’ ‘formare la prossima generazione di leader’ nel mondo. Lo ha rivelato l’ex presidente Usa nel suo discorso alla Fiera di Rho dove e’ ospite d’onore di ‘Seeds and Chips’, spiegando che per questo ha discusso con Renzi per ‘creare una rete efficiente di attivisti globali’. Immediata la risposta del segretario Dem: ‘Fantastica idea, lavoreremo nel nostro piccolo per aiutarlo’. Prima del suo discorso Obama aveva incontrato politici e imprenditori assicurando che con Michelle ‘torneremo in Italia’.

L’ex presidente degli Stati Uniti Barack Obama, nella sua seconda giornata milanese, ha visitato in mattinata il Cenacolo di Leonardo da Vinci, accompagnato dal ministro Franceschini. ‘Straordinario… Leonardo e’ un genio’, e’ stato la sua reazione. Obama ha poi raggiunto la Fiera di Rho dove e’ ospite d’onore di ‘Seeds and Chips’, il forum internazionale sull’innovazione alimentare nell’ambito di Tuttofood. Prima di tenere il suo discorso ha incontrato rappresentanti di istituzioni e imprenditoria, oltre a Renzi. Il sindaco Sala gli ha consegnato le chiavi della citta’. ‘Vi mando i saluti di Michelle, torneremo spesso in Italia’, ha detto Obama.

L’accordo di Parigi sul clima tiene sulla corda la Casa Bianca. Slitta a data da destinarsi la riunione fra i consiglieri di Trump per definire la posizione americana. E aumenta la pressione internazionale su Trump: durante la telefonata di congratulazioni da parte dell’inquilino della casa Bianca, il nuovo presidente francese Macron gli ha chiesto di confermare l’accordo. E anche il capo di Stato cinese Xi ha invitato il neopresidente francese a impegnarsi per confermare il documento. Da Milano pure Obama si schiera. L’amministrazione Trump intanto sta valutando di estendere il divieto di laptop e tablet a bordo anche ai voli che arrivano dall’Europa.

L’accordo di Parigi Cop21 “non ha risolto i problemi ambientali del Pianeta, perché non impone ai Paesi sottoscrittori “standard abbastanza elevati, ma ha creato impalcatura per ridurre emissioni di anidride carbonica”. Lo ha detto l’ex presidente degli Stati Uniti, Barack Obama, durante il suo intervento alla manifestazione Seeds and Chips, dedicata all’alimentazione e all’innovazione. “E’ importante che noi diamo il buon esempio” ha continuato l’ex inquilino della Casa Bianca e “importante è l’accordo tra Cina e Usa, due grandi emittenti, per fare qualcosa insieme. E’ la cosa più importante, ma serve una leadership” ha osservato Obama.

“Evidentemente – ha aggiunto Obama parlando del suo successore Donald Trump – l’amministrazione attuale è diversa dalla mia per la politica energetica, questo fa parte della democrazia. Ci sarà dibattito fruttuoso in America, ma, grazie a quello che abbiamo fatto negli ultimi anni, il settore privato ha già deciso che il futuro sarà nell’energia pulita e gli investimenti vanno in quella direzione. Confido nel fatto che gli Usa continueranno a muoversi nella giusta direzione”.

“Nessuna nazione, piccoola o grande, ricca o povera, sara’ immune dall’impatto del cambiamento climatico”, che e’ “una priorita’” e contro il quale “bisogna agire”. E’ il monito lanciato dall’ex presidente usa. Il cambiamento climatico, ha avvertito Obama, “avrebbe comunque un impatto nei prossimi anni. Durante presiodenza aumentata efficienza energetica”. Se non agiamo adesso anche l’emergenza immigrazione non fara’ altro che peggiorare. Proprio oggi dagli Usa e’ trapelata la notizia del rinvio della riunione decisiva alla Casa Bianca per discutere la permanenza degli Usa nell’accordo di Parigi sul clima.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE