fbpx

“Stranger Things, atmosfere più dark e horror nella seconda stagione”

Cinema

Ormai i cinque ragazzini sono conosciuti da tutti a Hollywood. “Leonardo DiCaprio, Matt Damon, Amy Schumer, Amy Adams, Meryl Streep, Barack Obama…”, i giovanissimi protagonisti di Stranger Things elencano con emozione e incredulità tutte le celebrità che li hanno riconosciuti in questi mesi. Non stupisce quindi che basti una loro frase per fare impazzire il web.

“La seconda stagione sarà molto più dark e più horror”, queste le parole di Finn Wolfhard che hanno risvegliato l’attenzione dei fan di Stranger Things, già in attesa della seconda stagione, che Netflix rilascerà la notte di Halloween 2017. L’attore e gli altri quattro compagni di set hanno rilasciato una lunga intervista a Emmy Magazine, per il numero che uscirà il prossimo 17 maggio: People ne ha rilasciato in esclusiva un breve estratto video in cui il cast è unanime nel dire che la seconda stagione piacerà sicuramente di più al pubblico. “Le sfide che dovranno affrontare i protagonisti saranno molto disturbanti”, ha aggiunto Wolfhard.

Per prepararsi a queste nuove puntate – che stanno girando agli Screen Gems Studios di Atlanta – i ragazzi hanno ripreso le vecchie abitudini: scoprire nuovi film insieme. Soprattutto Millie Bobby Brown (l’interprete di Undici) e Noah Schnapp (Will Byers nella serie), che sono diventati molto amici, si ritrovano spesso per guardare horror. D’altronde la visione di film è stato il loro principale compito a casa durante le riprese della prima stagione. “Le pareti della stanza in cui abbiamo fatto i provini – ricorda Schnapp – erano interamente tappezzate di poster di film degli anni Ottanta: I Goonies, Poltergeist, Lo Squalo, E.T. Classici che gli autori Ross and Matt Duffer ci hanno chiesto di guardare prima di iniziare a girare”.

È così che gli attori – tutti nati tra il 2001 e il 2004 – hanno preso confidenza con le pettinature e l’abbigliamento dell’epoca, i walkie-talkie e i giochi di ruolo fino a innamorarsene. “Prima si stava sempre all’aria aperta, ora è tutto computer e telefoni. Un po’ mi mancano gli anni Ottanta, anche se non li ho mai vissuti”, dice Schnapp nell’intervista.

Fortunatamente per lui, la seconda stagione di Stranger Things si prospetta ancor più nostalgica: oltre ai riferimenti espliciti a Indiana Jones, è già stata ufficializzata la presenza di Sean Astin, che prima di aver interpretato Sam nella trilogia del Signore degli Anelli esordì al cinema come protagonista dei Goonies. Nella serie di Netflix vestirà i panni di un ex compagno di scuola di Joyce (Winona Rider) e Hopper (David Harbour). Insieme a lui anche altre nuove leve: il comico Paul Reiser sarà Owens, il dottore a capo del laboratorio del Dipartimento di Energia in cui è cresciuta Undici; i giovani Sadie Sink e Dacre Montgomery interpreteranno una nuova coppia di fratelli ed è probabile che Will Chase sarà il loro padre.

Per quanto riguarda i protagonisti, invece, è stato Gaten Matarazzo (che nella serie interpreta Dustin Henderson) a rivelare qualche curiosità: “Ci sarà molto più spazio per l’approfondimento individuale di ogni personaggio. Guarderemo di più nella vita di ciascuno”. E riguardo la conferma che Will Byers diventerà un personaggio fisso, dopo essere tornato dal Sottosopra: “Sono tutti molto spaventati e si sentono soli. Il loro migliore amico è tornato ma è come se non fosse più lui”.

Lino Aulenti e Corinna Spirito

 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE