fbpx

Qual è il compenso di Carlo Conti per Sanremo 2017

Eventi&Spettacoli

Scopriamo quanto guadagna il fiorentino Carlo Conti per il suo impegno in qualità di conduttore e direttore artistico del Festival di Sanremo 2017
Fonte: flickr

Come tutti sappiamo, il Festival di Sanremo 2017 è stato condotto da Carlo Conti e da Maria De Filippi. Il conduttore toscano, oltre al ruolo di padrone di casa e mattatore sul palco, opera anche in veste di direttore artistico del Festival della Canzone Italiana. Proprio per questa ragione, nelle settimane scorse, ha partecipato in prima persona alla selezione dei cantanti in gara, sia nella categoria Big che in quella delle giovani proposte. Ora, con l’approssimarsi della manifestazione canora, montano però le polemiche in merito al suo compenso, ritenuto da più parti troppo elevato.

Per la sua terza conduzione consecutiva del Festival di Sanremo, Carlo Conti rha ricevuto 650mila euro, ovvero 100mila euro in più rispetto all’edizione 2016. Nel corso del triennio sulla Riviera ligure, l’abbronzatissimo presentatore ha così visto aumentare i suoi emolumenti di circa il 30%. E non è tutto, perché cominciano a trapelare le cifre anche promesse agli ospiti: pare che Maurizio Crozza percepirà 100mila euro per i suoi interventi comici, mentre Mika, Ricky Martin e Tiziano Ferro dovrebbero incassare 50mila euro a testa. Ancora sconosciuto l’ingaggio di Zucchero.

Maria De Filippi, invece, ha presento le cinque serate sul palco dell’Ariston a titolo gratuito. All’uscita sulla stampa di queste cifre, molti hanno espresso la loro rabbia sui social network ed il profilo Facebook di Carlo Conti è stato letteralmente inondato da post di protesta e di indignazione. Da più parti si sottolinea l’emergenza che sta vivendo il nostro Paese, tra terremoti, neve e sfollati, e la necessità pressante di aiuti economici da devolvere alle popolazioni colpite dalle ultime calamità naturali. Molti utenti usano le parole “imbarazzante, demoralizzante, disarmante”.

Altri parlano dei doveri e del ruolo del servizio pubblico. Altri ancora propongono il boicottaggio del Festival di Sanremo per dare un segnale forte alla TV di Stato. A margine delle polemiche sul cachet del fiorentino Carlo Conti, sono proseguiti comunque i preparativi per la kermesse canora che ha visto in gara molti volti noti del panorama musicale italiano, tra i quali ricordiamo Al Bano, Chiara, Gigi D’Alessio, Giusy Ferreri, Francesco Gabbani, Fiorella Mannoia, Marco Masini, Fabrizio Moro, Ron, Samuel, Paola Turci e Michele Zarrillo.

In una recente intervista al settimanale Chi, il popolare conduttore è intervenuto sulla polemica legata al suo compenso, dichiarando di aver subito un attacco personale e gratuito da persone e che non si è tenuto conto del fatto che il Festival produce ricchezza. Riguardo alla beneficienza ha poi aggiunto “ci sono molti modi per aiutare chi è in emergenza. Ho sempre fatto beneficienza senza dirlo e al Festival si è parlato anche di Sociale.”


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE