fbpx

Trump. Guerra al terrorismo non e’ contro islam, ma scontro tra bene e male

Cronaca

“Non è una battaglia tra fedi diverse, tra diverse sette o diverse civilità, ma è una battaglia tra il bene il male”. Così Donald Trumpnel discorso a Riad, sottolineando che la lotta al terrorismo è “una battaglia tra criminali barbari che vogliono cancellare la vita umana e persone decenti di tutte le religioni che vogliono proteggerla”.

“Non siamo qui per farvi una lezione, per dire agli altri popoli come vivere, quello che devono fare, essere o come devono pregare. Ma siamo qui per offrirvi un’alleanza, basata su valori ed interessi comuni per ottenere un futuro migliore per tutti noi”. Così Trump  nell’atteso discorso ai leader islamici. Un discorso in cui il presidente ribadisce la sua politica fondamentale di “America First”. “L’America è una nazione sovrana è la nostra prima priorità è sempre la sicurezza dei nostri cittadini”, recita un altro stralcio del discorso diffuso alla stampa in cui si sottolinea come la lotta al terrorismo sia una lotta comune ispirata a valori universali. “Ogni volta che un terrorista assassina una persona innocente ed invoca falsamente il nome di Dio è un insulto ad ogni persona di fede”.

“L’America è pronta a stare al vostro fianco, ma le nazioni del Medio Oriente non possono aspettare la forza americana per schiacciare questo loro nemico”, dice Trump a Riad. “Le nazioni del Medio Oriente devono decidere quale tipo di futuro vogliono per loro, per i loro Paesi, per i loro figli”, si legge ancora nelle anticipazioni del discorso incentrato sul lancio di una nuova alleanza nella lotta al terrorismo.

http://www.parlamentonews.it/


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE