fbpx

Offriamo un posto di lavoro a 3mila euro al mese, ma non troviamo nessuno

Diritti del Cittadini

In questo caso non si tratta di un qualsiasi lavoro sottopagato, ma di una mansione che offre una retribuzione a partire da 3000€ mensili lavorando per una nota azienda italiana, e quindi senza essere costretti ad emigrare per inseguire un futuro dignitoso: quella del programmatore informatico.

Stiamo parlando di una delle imprese  più antiche d’Italia,la “Vitale Barberis Canonico” sita a Pratrivero (Biella), il più antico lanificio del nostro Paese con oltre 350 anni di storia alle spalle, che vanta di oltre 1300 clienti, tra cui le più importanti griffe mondiali e tutte le sartorie di lusso, di oltre 430 dipendenti e 40 agenti sparsi per il mondo.

Il lanificio in questione rappresenta il caso di chi un lavoro dignitoso lo offre, ma non riesce a trovare candidati disponibili o adatti alla mansione ricercata.

Ecco cosa ha dichiarato il presidente della Vitale Barberis Canonico, l’ingegner Alessandro Barberis Canonico, davanti alle telecamere di Klaus Davi all’interno della sua inchiesta sul Made in Italy:

«Noi a volte vediamo che ci sono stipendi tecnici di primo ingresso, tipo informatici che partono da 3000 euro al mese netti. Stiamo cercando informatici, perché sviluppiamo i nostri software all’interno. E non riusciamo a trovarli. E partiamo da cifre di quel livello, anche più alte, come primo impiego, perché è difficile trovare un programmatore capace, bravo sul territorio, disposto a venire in questo settore».

Inoltre ha dichiarato:
<<Nei prossimi cinque anni il 20 per cento della forza lavoro andrà in pensione. Sul territorio ci saranno duemila figure carenti, che andranno formate.>>

Queste ed altre dichiarazioni dell’ l’ingegner Alessandro Barberis che vi mostiamo nel video di seguito. Buona visione


2 Replies to “Offriamo un posto di lavoro a 3mila euro al mese, ma non troviamo nessuno”

  1. Lorella aviano ha detto:

    Primo impiego un programmatore capace. Siamo all’ossimoro! Un programmatore capace deve avere esperienza perché è dall’esperienza che deriva la capacità. Al primo impiego si ha studiato, ma senza l’esperienza la formazione non è completa. Siamo alle solite: al mondo d’oggi vogliono tutto insieme come si dice: la botte piena e la moglie ubriaca. Decidetevi! O cercate una persona giovane, volenterosa, intelligente (tutto quello che volete) ma “capace” sarà difficile perché manca un pezzo di percorso oppure mollate il tiro e la cercate capace ma con esperienza (non sarà un primo impiego già ve lo dico)

  2. Massimiliano ha detto:

    Vedo oggi che la posizione ricercata risulta già essere stata selezionata alla data del 2 agosto. Ottimo.
    A chi critica la posizione dell’Azienda replico soltanto che oggi a causa del dumping salariale in atto da almeno 15 anni ha abbattuto le retribuzioni in ambito IT al punto da vedere ruoli di ben altra responsabilità svenduti a cifre che a fatica superano i 2.000 euro mensili.
    Così è, se vi pare, diceva qualcuno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE