fbpx

Superbike: Nicky Hayden non ce l’ha fatta. Morto dopo cinque giorni di coma

Sport & Motori

/ AFP PHOTO / Jorge Guerrero

Nicky Hayden non ce l’ha fatta. L’ex campione del mondo 2006 di MotoGP, rimasto gravemente ferito in un incidente stradale mentre si allenava in bici, e’ deceduto presso il reparto di Rianimazione dell’Ospedale Bufalini di Cesena, dove era ricoverato dal 17 maggio a seguito del gravissimo politrauma occorso in quella stessa data.

Nicholas Patrick Hayden, nato il 30 luglio 1981 a Owensboro, nel Kentucky, comincia a correre sullo sterrato prima di passare alla pista, vincendo il campionato americano Supersport in sella ad una Honda privata nel 1999. Nel 2002 vince il titolo nazionale in Superbike, il pilota piu’ giovane a conseguirlo, e nello stesso anno ha anche la prima chance nel Mondiale Sbk ottenendo un quarto posto in gara 1 a Laguna Seca. Circuito dove cogliera’ il suo primo successo in MotoGp nel 2005, sempre con la Honda che due anni prima aveva deciso di puntare su di lui nella classe regina. Hayden chiudera’ quell’anno al terzo posto nel Mondiale piloti e nel 2006 conquistera’ il titolo interrompendo il dominio di Valentino Rossi. Nelle successive stagioni, pero’, “Kentucky Kid” non riesce a ripetersi e nel 2008 arriva il divorzio dalla Honda e il passaggio in Ducati. Il feeling con la Desmosedici non decollera’ mai, complice anche qualche guaio fisico, e nel 2014 torna alla Honda ma con l’Aspar Team. Saranno le sue ultime due stagioni in MotoGp prima del ritorno alla Superbike dove, alla prima stagione, riporta la Honda sul gradino piu’ alto del podio vincendo sul circuito di Sepang nel maggio dello scorso anno.

La morte di Nicky Hayden ha sconvolto tutto il mondo dello sport e non solo. Sono tanti i messaggi di cordoglio per il pilota statunitense morto quest’oggi, cinque giorni dopo l’incidente stradale in cui è stato travolto da un’auto mentre si allenava in bicicletta a Misano Adriatico, nel Riminese. “Ciao Nicky!

Mi mancherai……Tutto questo è senza senso” scrive su Twitter Max Biaggi che ne ha condivizio anche il box, essendo stato suo compagno di scuderia. Anche Marc Marquez affida i suoi sentimenti a Twitter: “”Sono sconvolto dalla notizia. Non ti dimenticheremo mai!” mentre Dani Pedrosa “Sempre nel mio cuore, campione. Riposa in pace Nicky #69”. Loris Capirossi invece pubblica una foto in cui appaiono assieme con un semplice “Ciao Nicky Hayden” mentre Felipe Massa, pilota di Formula1, scrive: “RIP, il mio pensiero va alla sua famiglia”. Non solo il mondo del motociclismo, ma anche lo Sport italiano si stringe attorno alla famiglia del campione scomparso “Tristezza infinita.

Onore al grande #Hayden protagonista del motociclismo. R.I.P.” scrive il presidente del Coni, Giovanni Malagò. Anche il mondo del calcio non è rimasto indifferente alla notizia. Il Verona sulla sua pagina Twitter scrive “Ciao Campione” mentre la Lazio “si unisce al cordoglio di tutto il mondo dello sport per la tragica scomparsa del campione del mondo di MotoGp”. Simile anche il tweet della Roma: “La società si unisce al cordoglio del mondo dello sport per la scomparsa di Nicky Hayden e si stringe al dolore della famiglia”. La Ferrari pubblica una foto in primo piano del campione in bianco e nero con un “We all will miss you”.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE