fbpx

Il ‘Collezionismo’. Invito de ‘Il Corriere Nazionale’

Arte, Cultura & Società

Non si può parlare d’Arte senza parlare di Collezionismo.

Il collezionista è l’acquirente, è quello che era l’antico MECENATE, o SPONSOR moderno, cioè colui che permette all’artista di vivere e continuare il suo lavoro.

Difficilmente , anche un genio, va avanti, piu’ spesso ha un lavoro collaterale.

Ciascun individuo ama circondarsi di determinati oggetti che destano un particolare sentimento di attrazione, di interesse, di posseso.

Molti, in particolare preferiscono possederli in più copie e varietà, distinti per le loro caratteristiche:per eta’ , per conio o costruzione, per sfumature, qualità che differenziano gli uni dagli altri.

Questo comportamento, questa propensione, questa preferenza per l’uno o l’altro oggetto, questo amore per la raccolta che con il tempo si accresce, si affina,si impreziosisce, entra nel linguaggio comune con la denominazione di “COLLEZIONISMO”.

Sorgono così, spesso all’inizio quasi inconsapevolmente, le varie tematiche di colezionismo.Una collezione, pertanto, comprende una più o meno vasta serie di oggetti, dissimili tra loro, per particolarita’, varietà, grandezza,tipo, età, colore o per tante sfumature che caratterizzano la collezione donandole un aspetto piacevole e gradevole.

Tali oggetti possono essere di poco o nessun pregio, ma comunque, interessanti, rari o, infine, di eccezionale valore ed importanza. Quindi la volontà di detenereil pezzo unico o irripetibile, stimola la ricerca dei pezzi da collezionare per un fine altamente emulativo ma, senza dubbio, migliorativo per affascinare o primeggiare.

Non è azzardato, per quanto sopra, affermare che ogni persona conserva in sè l’innato senso di collezionismo il quale ad un certo momento, per stimolo esterno o per il risveglio di un interiore bisogno si presenta.

L’azione di ricerca, l’impegno profuso nella raccolta, la catalogazione dei pezzi occupa il tempo libero dell’individuo riempendo profiquamente gli spazi vuoti o noiosi della giornatae, nel contempo, stimola l’invenzione arricchendo la conoscenza e l’appendimento.

D’altra parte la mente umana è tanto ricca di fantasia e creatività da proporre, sempre e diuturnamente, nuove forme di collezionismo che possono restare atti isolati o coinvolgere più persone si da divenire nuovo fenomeno avente il potere di trascinare sempre più gli altri.

Non trascurabile la recente “scoperta” delle carte telefoniche che sta catalizzando l’attenzione e la passione di varie persone, giovani e non, suscitando un interesse sempre crescente.

Il collezionismo ci consente di intraprendere un viaggio costruttivo e soddisfacente nella memoria del nostro passato e nella tradizione della società, riportando alla luce le vestigia, anche sconosciute o dimenticate, delle civiltà che si sono trasformate col progresso, rivedendo, attraverso gli oggetti recuperati, i ricordi del proprio passato, gli avvenimenti storici,i personaggi della nostra vita anteriore, le città mutate, i monumenti od edifici trasformati o scomparsi.
In questo mondo affascinante, il collezionismo ancora imperante è quello filatelico che raccoglie la maggior parte dei collezionisti attivi e pertanto più organizzati e determinati nelle forme di consociativismo.

 

La Filatelia e’piu’ viva e presente in quanto ha più tradizione, più cultura, più fascino, ma, in modo particolare, più universalità. Filatelia è anche amicizia e consapevole piacere di stare insieme per una più facile ricerca e conoscenza, per scambiare le impressioni ed apprendre novità.

La flatelia consente di operare quel viaggio nella memoria e nel sapere quale anche mezzo di elevazione culturale e sociale che nobilita l’animo e lo predispone verso elevazioni elette di conoscenza.
Ilcollezionismo in genere e la Filatelia in particolare è attività facilmente coltivabile dai giovani e dagli anziani e, in modo più significativo, da quei soggetti non sufficienti che possono trovare in esso pieno appagamento dei loro desideri, riscattando dalla loro inferiorità, affermazione della propria personalità e delle doti meravigliose di creatività in loro nascoste e latenti.
Per tali motivi,non è possibile che tale veicolo di cultura non sia valorizzato nella società attuale e che venga disertato particolarmente dai programmi culturali.

Un invito della redazione che è difficile da rifiutare

Collezionisti di tutto il mondo  scriveteci! ‘Il Corriere Nazionale’, vi apre le porte della redazione e vi dedicherà un video-intervista di 15 minuti gratis !

Scriveteci a redazione@corrierenazionale.net!

Maria Catalano Fiore


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE