fbpx

Germania. Morto helmut kohl, il cancelliere della riunificazione

Estero

E’ morto Helmut Kohl, il cancelliere della riunificazione tedesca’. L’ex capo di governo, in carica dal 1° ottobre 1982 al 27 ottobre 1998, leader dell’Unione cristiano-democratica, aveva 87 anni.

La Bild riferisce che l’ex cancelliere tedesco, uno degli architetti dell’integrazione europea, tra i leader più longevi d’Europa, si è spento stamattina nella sua casa di Ludwigshafen, sua città natale. Era nato il 3 aprile del 1930 da una famiglia cattolica e conservatrice ed entrato a 18 anni nella Cdu.

“Siamo a lutto. Rip Helmut Kohl”. Lo scrive su Twitter la Cdu, il partito della cancelliera tedesca Angela Merkel, di cui Kohl è stato presidente per 25 anni dal 1973 al 1998. La Cdu allega una foto in bianco e nero dell’ex cancelliere, che è considerato l’architetto della riunificazione tedesca. Fu infatti sotto la sua cancelleria, durata dal 1982 al 1998, che il 3 ottobre nel 1990 avvenne la riunificazione della Germania.

“Helmut Kohl e’ stato un grande tedesco e un grande europeo”. Lo ha detto Angela Merkel ricordando l’ex cancelliere, morto stamattina. Kohl “e’ stato una fortuna per noi tedeschi”, “chino la fronte davanti alla sua memoria”, ha aggiunto Merkel da Roma, dove si trova per un’udienza privata dal Papa.

L’11 novembre 2003 l’ex cancelliere Helmut Kohl, scomparso oggi all’età di 87 anni, ha ricevuto la laurea honoris causa in Scienze politiche alla Cattolica di Milano. Fu l’allora rettore dell’Università milanese, Lorenzo Ornaghi, a conferirgli la laurea sottolineando: “Helmut Kohl ha accompagnato e favorito un movimento di ricostruzione e un movimento di costruzione: al primo si riferisce l’unificazione del suo popolo, al secondo la contestuale edificazione dell’Unione Europea. O, forse ci dirà domani la storia, Egli ha accompagnato e favorito un coincidente, probabilmente identico processo di ricostruzione. Se avrà esito positivo il non facile cammino politico-costituzionale in corso, alla fine ci accorgeremo che l’Europa, anziché costruita, è stata anch’essa riunificata”.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE