fbpx

Rapporto Bankitalia per la Basilicata

Economia e Finanza

Rapporto Bankitalia, in Basilicata sempre più importante il ruolo dei confidi per l’accesso al credito delle piccole e medie imprese

I consorzi fidi rivestono un ruolo determinante per l’accesso al credito e per lo sviluppo delle piccole e medie imprese in Basilicata. È quanto emerge, ancora una volta, dal rapporto sull’economia in Basilicata realizzato della Banca d’Italia e presentato lo scorso 20 giugno a Potenza. Dal rapporto risulta infatti che, tra i diversi soggetti specializzati nel rilascio di garanzie personali, aumenta il peso dell’aggregato che ricomprende i confidi, le finanziarie regionali e il Fondo di garanzia. In particolare il peso dei confidi, con una quota di garanzie rilasciate sul totale di quelle personali pari al 4,9%, in Basilicata risulta in crescita per il terzo anno consecutivo: un dato ancor più significativo perché in controtendenza sia a quanto avviene nel Mezzogiorno, dove la relativa quota dei confidi scende dal 4,7% del 2014 al 4,2% del 2016, sia a livello nazionale, in cui nello stesso triennio si passa dal 5,3 al 4,4%.

In una regione in cui, nell’ultimo periodo, si assiste a significative chiusure di sportelli bancari soprattutto nelle aree interne, si registra sì un timido accenno di ripresa nell’andamento dell’offerta di credito, ma che riguarda esclusivamente le grandi imprese. In un territorio composto invece per la stragrande maggioranza da piccole e medie imprese, occorre soddisfare le esigenze di accesso al credito di queste realtà e il rapporto di Bankitalia attesta che i confidi rappresentano uno strumento, a differenza di altri, in grado di dare risposte concrete e su cui occorre puntare l’attenzione. In seguito a questa ulteriore conferma, non si comprendono dunque i ritardi della Regione Basilicata nell’attivare le misure a sostegno dei confidi già da tempo concordate. Si è invece ancora in attesa della valutazione ex ante per l’utilizzo di nuovi fondi e, come convenuto, dell’utilizzo immediatamente successivo di risorse Fesr e Feasr 2014/2020 e di quelle ex card carburante per consolidare uno strumento finanziario decisivo per ridare ossigeno alle imprese. Pensiamo Basilicata aspetta dunque una decisa accelerazione dell’attivazione delle misure, vista la loro importanza per una ricaduta diretta sull’intero sistema imprenditoriale lucano.

 

Pensiamo Basilicata: Alleanza delle Cooperative Italiane Basilicata / Confartigianato Basilicata / Confapi Potenza / Confcommercio Basilicata / Cofimi Industria Basilicata / Cia Basilicata / Confesercenti Basilicata /  Confagricoltura Basilicata /  Casartigiani Basilicata  / Copagri Basilicata / Cna Basilicata


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE