fbpx

Ciriani, cure immigrati siano a carico del Viminale

Friuli Venezia Giulia

(ACON) Trieste, 18 lug – COM/RCM – “Mi auguro che le spese sanitarie per gli stranieri temporaneamente presenti sul territorio regionale, ospitati peraltro nella stragrande maggioranza dei casi senza averne alcun titolo, rimangano a carico del ministero dell’Intero e non siano scaricate sul fondo sanitario regionale”.

E’ l’osservazione fatta dal consigliere regionale di Fratelli d’Italia/Alleanza Nazionale, Luca Ciriani, autore di una interrogazione indirizzata direttamente alla presidente della Regione, Debora Serracchiani, perché faccia chiarezza su quella che “ha il sapore dell’ennesima beffa ai danni dei contribuenti che risiedono in Friuli Venezia Giulia.

“Stando al documento predisposto dal ministro dell’Interno, Minniti, si attribuisce alle Regioni l’impegno di rendere gratuite le cure sanitarie agli immigrati presenti nei rispettivi territori.

“Considerato che tali costi dovrebbero essere a carico del Governo e non pesare nella nostra Regione, mi chiedo – è il dubbio di Ciriani – come sia possibile pretendere che siano i nostri cittadini a dovere sostenere le spese delle cure sanitarie di oltre 5.000 immigrati oggi presenti in Friuli Venezia Giulia e per cui già spendiamo, solo per ospitarli, 175mila euro ogni giorno, senza che questi ne abbiano alcun titolo”.

Da qui l’invito alla Serracchiani, traendo esempio da quanto fatto dai presidenti di Liguria, Lombardia e Veneto che si sono
palesemente ribellati a questo sistema – chiosa il consigliere -,a rendere noto almeno a quanto ammontano finora le spese
sanitarie sostenute dalla nostra Regione per gli immigrati e se si intende chiedere il loro rimborso al Governo.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE