fbpx

L’Oscar Green della Coldiretti al biscottificio Di Leo

Senza categoria

                                                A destra ll Cav. del Lavoro Pietro Di Leo con l’Ass. della Regione

Conferimento all’Amministratore Unico Pietro Di Leo

Giovanni Mercadante

Il Biscottificio altamurano DI LEO PIETRO S.p.A. con sede nella zona industriale di Jesce/Matera continua a far mantenere costante l’attenzione dei mass-media sul suo operato.

Dopo l’onorificenza di Cavaliere del Lavoro al suo Amministratore Unico Pietro Di Leo, ora è la volta dell’OSCAR GREEN conferito dalla Coldiretti Giovani Impresa nella sezione “Campagna amica”. Un’azienda dinamica a passo coi tempi che coniuga il business con la cultura. Non va dimenticato che le aziende sono portatrici cultura: i loro prodotti fanno tendenza e aprono scenari inesplorati nei settori di loro competenza, nel caso specifico dell’alimentazione.

In un momento di grande incertezza sul futuro del grano coltivato nei territori murgiani a causa del frumento importato dall’estero e in particolar modo dal Canada oltre all’accordo della Comunità Europea che tradisce di fatto le aspettative degli operatori economici italiani,  Il Cav. del Lavoro Pietro Di Leo, ha siglato un accordo con i produttori cerealicoli dimostrando la sua appartenenza al territorio per dare una spinta propulsiva all’economia nazionale.

Il riconoscimento, assegnato  nel corso di una cerimonia nella suggestiva cornice di Sasso di Castalda, è stato conferito alla Di Leo S.p.A. per il progetto della prima filiera del biscotto certificato italiano con il quale l’azienda  si è impegnata a utilizzare grano varietà ‘Bramante’ coltivato nella provincia di Matera da produttori cerealicoli della cooperativa agricola ‘Le Matine’ per la prossima produzione dei biscotti Fattincasa ‘gusto equilibrato’.

Il protocollo, frutto di un accordo con Coldiretti Basilicata, garantisce anche la genetica del seme di prima riproduzione, certificato dalla SIS (Società italiana Sementi) che conserva e certifica tutte le sementi cerealicole italiane. L’accordo è suggellato, inoltre, dal marchio Coldiretti FdAI (Firmato da Agricoltori Italiani) che garantisce, in Italia e all’estero, i prodotti provenienti interamente da campi e allevamenti italiani. 

Il Cav. del Lavoro Pietro Di Leo, raggiunto telefonicamente dallo scrivente, ha dichiarato: «Abbiamo fatto del marketing responsabile uno dei nostri punti di forza, mettendo al centro non solo il prodotto e i consumatori ma anche, e soprattutto, il nostro territorio. Siamo da sempre convinti che in un territorio forte si sviluppano aziende forti, perché la competitività del territorio influenza, in un circolo virtuoso, la competitività delle imprese e viceversa.

Questo premio ci dimostra che la strada della filiera del biscotto certificato è quella giusta».

Il premio ‘Oscar Green’, giunto all’undicesima edizione, punta a valorizzare il lavoro dei giovani che hanno scelto di investire il loro futuro nel settore dell’agricoltura premiando le idee innovative dei giovani agricoltori. La sezione ‘Campagna amica’ premia la capacità di valorizzare i prodotti Made in Italy attraverso il rapporto tra impresa e consumatori.

Nata nel 1860 ad Altamura, la Di Leo Pietro SpA, con uno stabilimento produttivo a Jesce (zona industriale cerniera tra Altamura e Matera) di circa 18.000 mq, su un’area totale di 100.000 mq, produce e commercializza una vasta gamma di prodotti da forno realizzati con la tecnica del ‘taglio filo’: biscotti tradizionali, frollini dal basso contenuto calorico o biologici con importanti proprietà nutrizionali, a ridotto contenuto di grassi e senza zuccheri aggiunti.

La Di Leo Pietro, quarta azienda produttrice di biscotti in area 4 Nielsen e seconda in Puglia e Basilicata, quasi 19 milioni di euro fatt.

 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE