fbpx

Baresi sempre più sporcaccioni, Decaro non ci sta 

Cronaca

di NICOLA ZUCCARO
” Chiederò al Garante della Privacy di rendere visibili i volti di questi sporcaccioni.
Questo non è più possibile perchè essi mettono in difficoltà la stragrande maggioranza dei cittadini baresi “. Più che una semplice dichiarazione, uno sfogo a metà fra l’ira e la fermezza, quella rilasciata da Antonio Decaro nel corso della conferenza stampa di presentazione dei dati relativi alle sanzioni inflitte per l’orario di errato conferimento e sull’abbandono selvaggio dei rifiuti.
Fenomeni sui quali, come ha rimarcato il sindaco di Bari, non si dovrà abbassare la guardia, sia per i cattiivi odori che essi producono e sia per le ripercussioni sul piano igienico-sanitario. Un quadro che per quanto imbarazzante sul piano civico per le foto trappole visionate dalla stampa, sorride però alle casse comunali.
Dall’inizio del 2017 a metà luglio sono state elevate 1472 sanzioni con un introito di 185mila euro che verrà investito – come ha informato l’Assessore Comunale all’Ambiente, Pietro Petruzzelli – in Campagne di sensibilizzazione nelle Scuole e nei luoghi di ritrovo della Città, oltre che nell’acquisto di telecamere per il potenziamento del sistema di videosorveglianza. Esso sarà esteso – rassicura Decaro – in tutte quelle zone della città, che a tutt’oggi risultano essere scoperte da questo servizio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE