fbpx

Catania: il nemico è alle porte

Emigrazione

Ma la c-star arriva o non arriva?

La “nave fantasma” battente bandiera del Gibuti, stato africano, finanziata e noleggiata grazie al crowfunding dovrebbe attraccare a Catania. Lo scenario propostoci fino a oggi è questo: xenofobi che noleggiano una nave dagli africani, e africani che accettano il leasing dagli xenofobi. Miracoli della globalizzazione. Si, ma quando arrivano?I pirati in questione si chiamano Generazione Identitaria e promettono una strenua lotta alle ong sul mar Mediterraneo. Li definiscono razzisti, fascisti, nazisti, giocatori d’azzardo, profanatori di tombe e adoratori del demonio . L’approdo a Catania della c-star battente bandiera gibutana si ammanta di mistero. Nessuno sa dove sia, in quale acque navighi, a quante miglia disti dalla costa e, soprattutto, se questi siano armati e pericolosi. Si sa che sono bianchi, caucasici, altezza media e che parlino in italiano, quest’ultimo dato da confermare. Ok, ma quando arrivano? La Guardia Costiera,la Capitaneria di Porto e i piccioni viaggiatori non ne sanno nulla.

C-Star: il nemico è alle porte
A leggere i dispacci di sta minchia sarebbero già dovuti arrivare tre giorni fa, ma ancora niente. Fonti anonime affermano che siano già in città, barricati in qualche putia a ingozzarsi di polpette di cavallo. Di certo c’è solo che le numerose associazioni hanno dislocato uomini sulla costa provvisti di binocoli, fionde e campanacci . Le regole d’ingaggio sono chiare alla vista della nave intonare bella ciao, se questo non bastasse , la seconda linea, i “fiondisti” lanceranno oggetti raccattati dai sacchi della differenziata. E i campanacci? Allerteranno i catanesi: chiudersi in casa e pregare fino al cessate il fuoco. Ricordate Fantozzi e i pullman di tifosi italiani e inglesi che si affrontavano come le flotte di Napoleone e Nelson? La trama è un pò quella. Intanto le associazioni di categoria si preparano moralmente all’attracco della c-star. Da giorni ormai sono sul piede di guerra: ripassano libretti rossi, e si allenano a pronunciare xenofobi. Siamo piombati in era pretecnologica grazie alla tecnologia. E’ un pò come se i Romani postassero allarmati l’arrivo dei di Annibale senza però sapere nè come nè quando. Due cose sono certe: che il Gibuti è uno stato africano e che l’Italia è una Repubblica delle banane.
Fonte: I Carusazzi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Hai apprezzato i nostri contenuti? Aiutaci a condividerli.

RSS
Facebook
YOUTUBE